Home Blogging Widget: cosa sono e come utilizzarli per guadagnare con le affiliazioni sul tuo blog
Blogger al computer mentre fa colazione sul letto, foto Vlada Karpovich

Widget: cosa sono e come utilizzarli per guadagnare con le affiliazioni sul tuo blog

24 commenti

Il mondo delle affiliazioni è davvero vasto e offre molti modi diversi per guadagnare, dai classici link affiliati e banner a strumenti più complessi come i widget. In particolare, i widget sono degli strumenti interattivi che consentono ai lettori di interagire direttamente sul sito web del partner affiliato. In questo articolo puoi imparare quando conviene inserire i widget nel tuo blog, i vantaggi di questi strumenti e come usarli efficacemente per aumentare le conversioni e guadagnare di più.

Come funzionano i widget dei programmi di affiliazione

Puoi inserire i widget affiliati nei blog in WordPress e nei siti web che supportano i codici esterni, come per esempio i blog su Blogger. In questo articolo a titolo di esempio riporto i widget del programma di affiliazione Travelpayouts a cui ti suggerisco di iscriverti subito per iniziare a guadagnare con il tuo blog.

Travelpayouts è una piattaforma pensata proprio per guadagnare con i blog di viaggio ed è facilissima da usare.

Le aziende che collaborano con i blogger di viaggio attraverso le affiliazioni possono avere diverse tipologie di widget. Questo perché per alcune categorie di prodotti, la conversione dei widget è superiore a quella dei link. I widget possono riguardare destinazioni popolari, mappe, orari e altro ancora.

I lettori di un blog di viaggi infatti possono utilizzare i widget per cercare informazioni sul sito partner mentre sono ancora nel tuo blog. Per esempio, possono cercare biglietti aerei per la destinazione di cui parla un tuo articolo semplicemente inserendo le date del viaggio, la destinazione e il numero di passeggeri.

Dopo aver cliccato sul pulsante Cerca, i lettori vengono indirizzati direttamente al sito della compagnia aerea o del portale di prenotazioni, dove possono confermare il loro volo. Per un blogger questo significa che se il lettore ha visitato il sito della compagnia aerea e prenotato il volo grazie al widget sul blog, verranno riconosciute delle commissioni.

I vantaggi dell’utilizzo dei widget

I widget sono uno strumento utile sia per i blogger che per i lettori. Per te che scrivi di viaggi sono un modo per guadagnare di più dalle affiliazioni, mentre per i lettori sono uno strumento molto comodo per pianificare il prossimo viaggio. Questo duplice aspetto è fantastico perché ti permette di guadagnare dal tuo travel blog fornendo allo stesso tempo un servizio utile a chi ti legge.

I vantaggi per i lettori

I widget non sono solo utili ai blogger per guadagnare con le affiliazioni, sono anche un servizio utile offerto ai lettori. Come per tutti i programmi di affiliazione ai quali puoi aderire, le conversioni avvengono quando viene offerto un contenuto di valore al lettore. E questo può essere un aiuto nell’organizzare il prossimo viaggio.

I widget infatti accorciano il percorso di acquisto del lettore-cliente perché contengono già tutte le informazioni necessarie per la prenotazione. Per esempio può essere un widget precompilato per la ricerca di un hotel nella città di cui parla il tuo articolo, in cui indicare solo le date del soggiorno.

I widget attirano l’attenzione dei lettori e sono dinamici per cui è improbabile che i lettori non li vedano durante una visita al tuo blog. Considera anche che i widget possono aiutare i lettori a confrontare diverse opzioni e a scegliere la migliore. Per esempio, i viaggiatori possono scegliere un alloggio in una zona adatta utilizzando il widget mappa del sito di prenotazioni o scegliere il tour o l’attività che gli interessa al prezzo migliore grazie al widget di confronto offerte.

I vantaggi per i blogger

Se i widget sono utili ai lettori, lo possono essere ancora di più ai blogger in termini di conversione. Da uno studio di Travelpayouts del 2022 sui publisher, ovvero i blogger, che hanno installato i widget e su quanti di questi strumenti hanno portato loro prenotazioni a pagamento è emerso che il tasso di conversione dei widget è del 39,5%.

Va precisato che questo numero altissimo è riferito a un’analisi del mercato internazionale di lingua inglese che ha conversioni maggiori rispetto al pubblico italiano, per il quale è normale aspettarti conversioni più basse. Tuttavia è molto interessante perché spiega che l’alto tasso di conversione è stato raggiunto proprio grazie ai numerosi vantaggi dei widget apprezzati dai lettori. Proprio per questo i widget sono un’ottima aggiunta ai link affiliati.

Inoltre i widget sono davvero facili da integrare nel blog e il loro inserimento richiede circa lo stesso tempo dell’aggiunta di un link. È sufficiente configurare il widget come preferisci, copiare il codice del widget e aggiungerlo al sito. Non c’è nemmeno bisogno di capire e scrivere il codice perché viene generato automaticamente e non va modificato.

I widget spesso offrono anche una CTA e una breve descrizione del partner affiliato e dei suoi servizi. CTA significa Call To Action ed è l’invito ai lettori a compiere qualche azione, in questo caso cliccare sul link affiliato. Nel marketing la CTA è fondamentale perché aumenta le possibilità di acquisto.

Spesso puoi personalizzare la CTA o altre caratteristiche dei widget in base al tuo pubblico di lettori e ai contenuti degli articoli nei quali andrai a inserirli. Nelle impostazioni del widget, è possibile selezionare una lingua adatta al pubblico, precompilare il widget con una posizione e specificare molti altri parametri.

Quali tipi di widget inserire in un travel blog

Esistono widget di diversi tipi: dalle mappe alle offerte hotel, dalla scelta delle visite guidate al noleggio auto. Di seguito ti propongo una panoramica dei widget più diffusi che puoi inserire sul tuo travel blog. Ti invito a provarli per capire come funzionano e scoprire quelli più adatti ai tuoi contenuti e a cliccare sul link generico dello stesso servizio per vedere le differenze di come appaiono diversamente i siti di destinazione.

Modulo di ricerca

I moduli di ricerca aiutano i lettori a trovare rapidamente le offerte voli e hotel di loro interesse direttamente sul tuo travel blog. Tutto ciò che devono fare è inserire le informazioni necessarie nel widget.

Per esempio, se hai integrato nel tuo sito web un modulo per la ricerca di alloggi su Booking.com, i tuoi lettori devono solo specificare la destinazione, le date di check-in e check-out e il numero di ospiti. Cliccando sul pulsante Cerca verranno reindirizzati su Booking e potranno prenotare direttamente un alloggio.

In questo modo se la prenotazione va a buon fine, puoi guadagnare una provvigione dal sito di prenotazioni, proprio come avviene con il classico link affiliato.

Modulo ricerca Booking

Widget disponibilità e widget calendario

Un widget disponibilità è un widget informativo che raggruppa informazioni provenienti dal sito web affiliato sulle opzioni disponibili. Alcuni widget disponibilità hanno una grafica a calendario per rendere ancora più semplice e intuitiva la prenotazione dell’attività.

Questo tipo di widget viene usato soprattutto per prenotare visite guidate, attività, ma anche voli, in modo da offrire subito al lettore una panoramica sulla disponibilità.

I widget disponibilità funzionano molto bene perché aiutano i viaggiatori a scegliere l’offerta giusta tra le opzioni disponibili al miglior prezzo. Un esempio di questo tipo di strumento è il widget di disponibilità di GetYourGuide, che mostra la disponibilità di biglietti in una data specifica e mette in evidenza le date più convenienti.

Widget disponibilità GetYourGuide

Un altro esempio di widget informativo è il widget calendario dell’aggregatore di voli WayAway. Questo strumento aiuta i lettori a trovare un biglietto aereo economico, mettendo in evidenza offerte davvero convenienti. Nelle impostazioni del widget è possibile selezionare la città di partenza, di arrivo e una compagnia aerea specifica.

Con un widget di questo tipo i viaggiatori devono solo premere il pulsante Seleziona date per acquistare il biglietto. Nell’esempio sotto ho impostato l’aeroporto di partenza come Milano, ma puoi modificarlo.

Widget calendario WayAway

Widget prodotti

I widget prodotti aiutano i viaggiatori a confrontare le varie proposte di una destinazione e a scegliere l’opzione migliore. L’esempio più classico di questo utilizzo è quello per l’acquisto di biglietti per le attrazioni turistiche. Di seguito ti riporto il widget del sito di prenotazioni Tiqets, ma esistono widget analoghi forniti da GetYourGuide e Civitatis (quest’ultimo con un programma di affiliazioni indipendente).

Nelle impostazioni di questo tipo widget, puoi decidere quali offerte visualizzare e per quali città. Il consiglio è fare un po’ di prove per capire quale sito di prenotazione è più apprezzato dai tuoi lettori. Magati prenotando tu per prima qualche attrazione in modo da scegliere di promuovere i prodotti più affini al tuo modo di viaggiare.

Widget prodotti Tiquets

I widget prodotto possono anche promuovere offerte dinamiche. Ciò significa che il contenuto del widget cambia in base alle variazioni dell’offerta del sito di prenotazioni. Per esempio, se il tuo pubblico di lettori è composto prevalentemente da viaggiatori alla ricerca di tour e attività scontate, puoi guadagnare dalle affiliazioni integrando un widget dinamico di Klook nelle pagine più lette del tuo blog. L’elenco delle attività presentate in questo widget varia in base alla nuove offerte disponibili.

Widget offerte Klook

Widget recensioni

Il widget recensioni raggruppa i feedback degli utenti su un servizio specifico e li visualizza sul tuo blog. Si tratta di un ottimo modo per accrescere la fiducia dei tuoi lettori verso un servizio ancora poco conosciuto.

KiwiTaxi è un servizio di prenotazione transfer che offre questo tipo di widget. Far visualizzare le recensioni dei viaggiatori che hanno utilizzato il servizio di trasferimento in diverse città invoglia i tuoi lettori a fidarsi e a prenotare anche loro.

È sufficiente selezionare il luogo di partenza e di arrivo o l’intera città. Il widget nel tuo articolo visualizzerà quindi tutte le recensioni di viaggiatori precedenti.

Widget recensioni KiwiTaxi

Widget mappa

Un altro widget che può aiutare i tuoi lettori a organizzare il viaggio e a scegliere l’offerta giusta è il widget mappa. Un esempio è il widget offerto dal sito di prenotazioni Hotellook. La mappa interattiva presenta i vari alloggi disponibili e quando un lettore clicca sul segnalino sulla mappa appare la scheda dell’hotel con la valutazione e il costo medio.

Il widget mappa aumenta il coinvolgimento dei lettori che cercano informazioni per pianificare un viaggio e li aiuta a selezionare e prenotare immediatamente un alloggio. Nell’esempio sotto ho personalizzato il colore dei segnalini sulla mappa con i colori del magazine.

Widget mappa Hotellook

Come integrare i widget dei programmi di affiliazione nel tuo travel blog

Per guadagnare con i widget devi innanzitutto iscriverti al programma di affiliazione giusto. Ovvero affiliarti a un sito di prenotazione che sia popolare tra i tuoi lettori per la destinazione che vuoi promuovere. Non tutti i siti di prenotazioni infatti promuovono gli stessi servizi o sono ugualmente diffusi nel mondo.

Ogni piattaforma di affiliazione ha diversi programmi a cui puoi aderire. Ti conviene quindi iscriverti a diversi programmi di affiliazione e sperimentare quali siti di prenotazione sono più utilizzati dai tuoi lettori. Infatti non puoi sapere a priori con certezza cosa funzionerà meglio.

Nel mondo del marketing di affiliazione, bisogna sempre sperimentare e monitorare l’efficacia delle proprie strategie. I widget sono uno strumento di affiliazione flessibile. Puoi provare combinazioni di diversi tipi di widget, insieme ai link, posizionarli in punti diversi della pagina, precompilare i campi o lasciarli vuoti.

Proprio per capire quale tipo di widget o link affiliato funziona meglio, ogni volta che ne testi uno nuovo, è importante specificare la pagina o il punto della pagina in cui lo inserisci. Di solito sono le piattaforme di affiliazione stesse che ti permettono di inserire un ID o un codice UTM per monitorare le conversioni di ogni strumento utilizzando i report.

10 consigli per ottimizzare l’utilizzo dei widget sul tuo travel blog

Di seguito puoi leggere alcuni consigli su come inserire in modo efficiente i widget all’interno del tuo travel blog per massimizzare le conversioni.

  1. Integra il widget con una descrizione della tua esperienza personale. I lettori interessati ai viaggi apprezzano gli articoli che descrivono esperienze reali con servizi specifici. Per esempio, se vuoi consigliare l’acquisto di biglietti aerei economici attraverso un widget, puoi raccontare ai tuoi lettori quanto hai risparmiato con l’aggregatore che proponi.
  2. Rendi i widget nativi. Non imporre mai prodotti o servizi ai lettori. Devono decidere da soli di compiere un’azione informata per quanto riguarda l’acquisto di biglietti, la prenotazione di un hotel, ecc. Per questo motivo, dovresti sempre cercare di inserire un widget nel punto del tuo articolo in cui pensi che i lettori possano essere interessati a compiere un’azione.
  3. Inserisci i widget nelle pagine con più traffico. Le pagine con un elevato traffico di ricerca organico sono quelle più visualizzate dai viaggiatori interessati ai tuoi contenuti e ai servizi che promuovi. Questo significa che i tuoi lettori hanno trovato il tuo blog dai motori di ricerca tramite parole chiave e hanno quindi un’elevata intenzione di effettuare un viaggio nella destinazione di cui parli.
  4. Trova la giusta posizione per i widget. Non è necessario che i widget siano posizionati all’inizio o alla fine della pagina. Scegli la loro posizione in base al tuo contenuto e crea una linea logica che inviti i lettori a cliccare. Considera anche che i widget nella barra laterale di solito non convertono bene perché la maggior parte dei lettori accede al sito da smartphone. In questo caso, la barra laterale viene generalmente trasferita al fondo nel contenuto principale e nessuno la vede.
  5. Compila il widget in base al contenuto del tuo articolo. Precompila i widget in base al contesto. Se i tuoi lettori stanno leggendo il tuo articolo perché stanno organizzando un viaggio in una determinata destinazione è probabile che siano prossimi all’acquisto di servizi in zona. Puoi quindi facilitargli il percorso di acquisto indicando già la destinazione o scegliendo le attività migliori.
  6. Non esagerare con il numero di offerte. Se il tuo articolo parla di un’attrazione specifica, non aggiungere altre al widget di prenotazioni, ma solo quella citata. Questo suggerimento vale anche per il widget mappa. Se nel tuo articolo parli di una determinata area cittadina in cui alloggiare, puoi ingrandirla sulla mappa, senza però disattivare la funzionalità di zoom, in modo che i tuoi lettori possano navigare tra gli hotel direttamente dal tuo articolo.
  7. Determina il numero ottimale di widget per pagina. Troppi widget distraggono l’attenzione del lettore. Ti conviene quindi iniziare con un widget per pagina e aggiungerne altri solo se sei sicura che non confondano i tuoi lettori.
  8. Usa i widget insieme ai link affiliati. Per massimizzare le conversioni è importante utilizzare sai link che widget. Questo sia per lasciare ai lettori la possibilità di scelta, sia per non perdere prenotazioni nel caso il codice del widget dovesse andare in errore e non caricarsi in caso di aggiornamenti di WordPress, temi o plugin.
  9. Assicurati che i widget funzionino bene sui dispositivi mobili. La maggior parte degli utenti oggi naviga in internet e prenota servizi di viaggio da dispositivi mobili come cellulare e tablet. Di conseguenza, è importante che non solo il tuo blog sia perfettamente responsive, ma anche che i widget vengano visualizzati correttamente su tutti i dispositivi, in modo da non perdere nessuna prenotazione.
  10. Non avere paura di sperimentare. Non è detto che i link e i widget affiliati convertano immediatamente o che prodotti e servizi che funzionano benissimo su un altro blog convertano sul tuo. È sempre necessario testare cosa funziona per ogni articolo, posizionamento della pagina, destinazione e pubblico.

Ora che hai imparato tutto il necessario per guadagnare con i widget, condividi nei commenti la tua esperienza con i lettori del magazine e le altre blogger della nostra community. Racconta quali sono i programmi affiliati che, in base alla tua esperienza, convertono di più attraverso i widget e quali invece non funzionano sul tuo blog.

.

Altri post che potrebbero interessarti

24 commenti

Sara Bontempi 03/03/2023 - 12:25

Grazie per questo articolo davvero interessante ed utile, ogni volta impari qualcosa di nuovo per creare un buon blog!

Rispondi
Paola Bertoni 03/03/2023 - 16:09

Mi piace condividere le cose che imparo, man mano che le metto in pratica. Con il blogging non si finisce mai di studiare!

Rispondi
Annalisa Trevaligie-Magazine 03/03/2023 - 12:53

Uso molto i widget e devo dire che hanno anche molte impression e tanti clic, ma non riesco a farli convertire in soldini. Ho provato già tutte le tecniche di cui sopra, senza speranza. Ma sono fiduciosa e continuo per la mia strada sperando prima o poi di riuscire a vendere un esperienza.

Rispondi
Paola Bertoni 03/03/2023 - 16:08

Il trucco è trovare quello che funziona per te. Per esempio a me all’inizio avevano consigliato i banner, ma non hanno mai funzionato, mentre so di altre blogger che convertono bene in questo modo. Per me funzionano meglio i pulsanti, quando per altre proprio zero. Vanno fatte diverse prove, fino a trovare la combinazione giusta, ma anche il prodotto/servizio che interessa ai tuoi lettori perché puoi avere il blog più bello del mondo, ma se metti un link su un prodotto che “non funziona” per i tuoi lettori (è tutto relativo) difficilmente ci cliccheranno o acquisteranno 🙂

Rispondi
Claudia 04/03/2023 - 11:00

Non amo le pubblicità troppo invasive per cui uso poco i widget, preferisco utilizzare i link per le affiliazioni che vedo che comunque vengono cliccati se reputati interessanti. Proverò comunque a vedere come funziona Travelpayouts, grazie per i consigli.

Rispondi
Paola Bertoni 05/03/2023 - 10:04

Al momento Travelpayouts è la piattaforma che funziona meglio, insieme ad Awin che però uso per siti non di viaggi. Sono d’accordo con te sulle pubblicità, tuttavia nel momento in cui diventa un lavoro o bisogna coprire i costi di gestione (come nel caso del nostro magazine) alla fine le pubblicità sono il male minore rispetto a pubblicare post sponsorizzati di dubbia utilità visto che l’occhio si allena a ignorarle 🙂

Rispondi
Nives 06/03/2023 - 18:47

Devo ammettere che io per prima come lettrice tendo ad usare molto poco i widget che trovo sul sito o sul blog che sto leggendo. Però se effettivamente per molti sono una carta vincente, perché non provarli 🙂

Rispondi
Paola Bertoni 10/03/2023 - 08:27

Dipende da dove sono posizionati. Per esempio un calendario prenotazioni in un museo sempre molto affollato potrebbe essere utile, così come un box di noleggio auto se parli di una gita all’estero che non si può fare con i mezzi pubblici 🙂

Rispondi
Teresa Scarselli 08/03/2023 - 08:14

Come al solito un articolo ricco di consigli utili per chi come me, scrive sì da tanto tempo di viaggi, ma da poco sul proprio blog, non ancora monetizzato. C’è un traffico minimo che deve avere il sito affinché i widget convertano veramente? Grazie per la risposta, Paola!

Rispondi
Paola Bertoni 10/03/2023 - 08:23

La monetizzazione è sempre un equilibrio molto particolare, dipende da come reagiscono i tuoi lettori. Su alcuni blog i widget funzionano benissimo, su altri meglio link o banner. Il mio consiglio è di provare e inserire i widget dove possono essere davvero utili e dopo un po’ di tempo se non hanno convertito provare a spostarli (ma questo vale anche per i programmi di affiliazione in generale)

Rispondi
Tamara 10/03/2023 - 22:21

Un articolo davvero molto interesse, non sapevo che i widget potessero essere cosi importanti! Domani mi studierò per bene Travelpayouts

Rispondi
Paola Bertoni 12/03/2023 - 21:06

Travelpayouts consigliatissimo! Io ormai uso prevalentemente quella piattaforma di affiliazione per tutto ciò che è relativo ai viaggi 🙂

Rispondi
ANTONELLA 17/03/2023 - 15:18

L’articolo è molto interessante e mi ha chiarito alcuni dubbi che avevo sull’argomento. Io non amo particolarmente i widget quando leggo nei blog di altri e sono quindi molto indecisa se utilizzarli nel mio

Rispondi
Paola Bertoni 20/03/2023 - 17:42

Dipende da come li inserisci, troppi sono fastidiosi, ma pochi in punti giusti possono anche essere utili ai lettori e di conseguenza apprezzati

Rispondi
Eliana 19/03/2023 - 10:25

Molto comodi i widget! Si possono inserire in quasi tutti i punti strategici del blog e possono proprio essere un vero e proprio passaporto sia per le affiliazioni che per le attività del proprio blog.

Rispondi
Paola Bertoni 20/03/2023 - 17:38

Se utili per i lettori e messi in punti strategici convertono molto bene!

Rispondi
La Kry 12/07/2023 - 23:04

Niente… il nulla assoluto… sono fisicamente incapace di creare un articolo che spinga qualcuno a cliccare su un widget ma, siccome sono pessima, insisto a metterli comunque in posti del tutto casuali.?

Rispondi
Paola Bertoni 15/07/2023 - 08:37

Casuali non funziona! Devi sperimentare, ma con un obiettivo in testa 🙂 Per esempio, per esperienza, il widget hotel/auto/biglietto ecc non funziona messo a caso, ma può essere molto utile se si tratta di un’attrazione particolare che devi prenotare con ampio anticipo. Poi ovviamente, come le affiliazioni, va di pari passo con i numeri del blog e chi clicca è una percentuale più o meno piccola di chi legge il tuo articolo

Rispondi
Daniela 19/07/2023 - 11:36

L’argomento widget è per me da sempre un ostico mistero. Sarà perché da poco mi sono affacciata su questo mondo, ma fino ad ora l’ho sempre trovato difficile da comprendere. Grazie mille per la esauriente spiegazione che mi ha chiarito i miei molteplici dubbi. Ne farò tesoro! 🙂

Rispondi
Paola Bertoni 20/07/2023 - 13:47

Grazie! Se hai bisogno di maggiori informazioni scrivi nel gruppo Facebook così ti aiutiamo tutte

Rispondi
Annalisa Trevaligie-Magazine 22/07/2023 - 10:14

Devo dire che ora comincio ad avere un ottimo riscontro da link e widget delle affiliazioni. L’unico neo è che spesso bisogna raggiungere una soglia minima per i pagamenti, ma tutto sommato li trovo un buon modo di coinvolgere attivamente la community.

Rispondi
Paola Bertoni 26/07/2023 - 16:59

Il trucco è usare piattaforme di affiliazione con tanti programmi come TravelPayouts o Awin così raggiungi prima la soglia di pagamento 🙂

Rispondi
Annalisa Trevaligie-Magazine 13/09/2023 - 11:43

infatti sto usando TravelPayout e sto cominciando a monetizzare! Oggi ad esempio ho avuto il primo pagamento dalla piattaforma e per me è una piccola grande conquista!!! IO uso molto anche Tiquets, e anche con loro ho diverse vendite attive,

Rispondi
Bru 11/09/2023 - 03:48

Ne ho sempre usati poco perché non amo molto la pubblicità quando leggo un articolo, capisco però che sia un mezzo per monetizzare e forse anche arricchire un blog

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR