Home Blogging Come cambiare il tema predefinito di WordPress
Blogger intenta a scegliere il nuovo tema per il suo sito in WordPress in base ai colori, foto di Taryn Elliott da Pexel

Come cambiare il tema predefinito di WordPress

8 commenti

I nuovi siti in WordPress nascono tutti con il tema predefinito del team di WordPress. Nel momento in cui decide di personalizzare la parte grafica un blogger può sia personalizzare il tema predefinito che cambiarlo totalmente, scegliendone uno più adatto alle sue esigenze.

I temi predefiniti di WordPress

Ogni anno gli sviluppatori di WordPress rilasciano un nuovo tema predefinito aggiornato con le ultime novità e chiamato con il nome dell’anno in corso. Negli ultimi anni sono usciti TwentyTwenty nel 2020, TwentyNineteen nel 2019, TwentyEighteen nel 2018, e così via.

Un blogger interessato ai contenuti più che alla grafica può iniziare a scrivere i suoi contenuti utilizzando il tema predefinito che garantisce velocità, leggerezza e compatibilità con ogni modifica di WordPress in quanto è stato realizzato dalle stesse presone che contribuiscono a migliorare WordPress stesso.

Twenty Nineteen, il tema predefinito di WordPress per il 2019
Twenty Nineteen, il tema predefinito di WordPress per il 2019

Come cambiare il tema predefinito di WordPress

Nonostante il tema predefinito offra compatibilità e leggerezza la maggior parte dei blogger preferisce scegliere un tema diverso per personalizzare al massimo il suo sito scegliendo caratteri, colori e distribuzione dei contenuti. I temi disponibili per i siti WordPress sono sia gratuiti che a pagamento. I temi gratuiti sono tutti sul repository di WordPress, lo stesso che appare da:

Aspetto > Temi

Dal repository ufficiale è possibile scegliere un differente tema gratuito per funzionalità, popolarità o anche cercandolo direttamente per nome. Una volta scelto il tema è sufficiente attivarlo e personalizzarlo da:

Aspetto > Personalizza
Come aggiungere e cambiare un tema su WordPress cercandolo per nome (Blogstart)
Come aggiungere e cambiare un tema su WordPress cercandolo per nome (Blogstart)

Quando invece si decide di utilizzare un tema a pagamento acquistato altrove è necessario prima caricare il tema in formato ZIP dal pulsante in alto:

Carica tema

Dopo aver installato il tema la personalizzazione si effettua come nel caso dei temi gratuiti ed è legata alle funzionalità del tema specifico.

Temi gratuiti e temi a pagamento

I temi gratuiti disponibili su repository di WordPress sono moltissimi e con tante funzionalità diverse. Un blogger che sta iniziando e deve concentrarsi sui contenuti può ottenere ottimi risultati anche con un tema gratuito, senza necessariamente investire subito in un tema a pagamento o personalizzato.

Un blogger professionista o con maggiore esperienza può invece preferire un tema a pagamento per dare un’immagine unica al suo blog, coordinando colori e font agli altri canali di comunicazione come newsletter, biglietti da visita e grafiche. I marketplace principali dove acquistare temi WordPress sono:

Qualsiasi sia la grafica, un buon tema dovrebbe essere sempre responsive, cioè adattarsi alla dimensione dei diversi schermi di computer, tablet e cellulari, e veloce da caricare soprattutto nella sua versione mobile perché sono caratteristiche che influenzano il posizionamento su Google.

📌 Salva questo post su Pinterest

.

Altri post che potrebbero interessarti

8 commenti

Silvia The Food Traveler 16/12/2020 - 16:16

Appena avevo aperto il blog avevo usato il tema predefinito: per un po’ mi sono accontentata, e poi dopo qualche tempo ho iniziato a vedere tutti i difetti del mondo. Quando ho scoperto la possibilità di scegliere tra tanti temi mi si è aperto un mondo!

Rispondi
valeria polverino 18/12/2020 - 14:28

Inizialmente anche io ammetto di essere partita con un tema predefinito ma poi l’aspetto non era mai come volevo io, per questo ho deciso di passare a un tema a pagamento.

Rispondi
ANTONELLA MAIOCCHI 18/12/2020 - 14:39

Io sto usando il tema predefinito anche se mi rendo conto dei molti limiti soprattutto per quanto riguarda il caricamento sul cellulare

Rispondi
Virginia 18/12/2020 - 19:07

Il tema predefinito è una grandissima ancora di sicurezze quando si avvia un blog! Dopo un po’ forse viene voglia di sperimentare un po’, ma è rassicurante per una partenza facilitata

Rispondi
Michela 19/12/2020 - 15:06

Bei consigli. Io che sono alle prime armi ho scelto un tema gratuito molto semplice che mi permetta una buona personalizzazione. Un consiglio per plugin di related articles?

Rispondi
Sara 19/12/2020 - 22:20

Ottimi consigli, io sono partita fin da subito con un tema a pagamento perché quello standard non mi convinceva. Ora vorrei variare ma sarebbe un peccato perdere i soldi.

Rispondi
Marina 20/12/2020 - 09:41

Man mano sto migliorando l’estetica del mio blog, ho già cambiato tre temi free e ogni tanto mi diverto a provarne di nuovi. Ce ne sono di belli, peccato non sia semplice a volte personalizzarli se non si è esperti, ci sono termini che proprio non so a cosa si riferiscano!!!

Rispondi
Eliana 20/12/2020 - 13:42

Dopo 3 anni di temi predefiniti ho deciso di sfruttare il mio piano business e di acquistare un tema a pagamento: non è stato facile installarlo ma alla fine mi sono chiesta come ho fatto tutto questo tempo senza!

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy