Home Blogging Come creare un logo efficace per il blog
Laptop con adesivi, foto Neonbrand da Unsplash

Come creare un logo efficace per il blog

7 commenti

In un blog il logo è la prima cosa che si nota e rimane memorizzata dai lettori, per cui deve sintetizzare gli argomenti trattati e allo stesso tempo coordinarsi all’identità di visiva dell’intero progetto. La creazione di un logo efficace è un processo che include varie fasi e va necessariamente ripetuto in caso di rebranding.

Il logo come elemento identificativo

Lo scopo di un logo è quello di identificare in modo univoco una precisa attività, e nel caso del blogging, uno specifico blog. Il logo di un travel blog deve essere unico e originale, differenziandosi in modo netto dai loghi degli altri blogger.

Talvolta i nuovi blogger creano il proprio logo a partire da immagini libere da diritti senza prima verificare se esistono già blog o siti con il medesimo logo. Nella stessa community delle Travel Blogger Italiane, qualche anno fa due blogger avevano creato un logo praticamente identico a partire da un’immagine gratuita a tema viaggio trovata in rete. La stessa immagine era stata utilizzata anche da innumerevoli siti e agenzie di viaggio in tutto il mondo, oltre che da ulteriori blogger italiani.

Per avere un logo personale è quindi necessario evitare di crearlo a partire da immagini gratuite o loghi pre-made offerti da diversi servizi online per la creazione di loghi economici. I loghi pre-made sono infatti loghi già pronti personalizzabili solo parzialmente che vengono riutilizzati dagli stessi grafici infinite volte, con il rischio di trovare un logo molto simile in un altro travel blog.

Le caratteristiche del logo perfetto

Quando si progetta un logo per un blog bisogna immaginarlo pubblicato in diverse dimensioni, dall’intestazione del sito alla favicon, e stampato su biglietti da visita o mediakit. Quando si sceglie un bozzetto di logo per il blog è necessario verificare che risponda a queste caratteristiche:

  • Semplice perché verrà stampato anche in piccolo formato sui biglietti da visita o in bianco e nero qualche ufficio stamperà il mediakit del blog. Un logo di uno o due colori e con un disegno o scritta senza dettagli complessi risulta riconoscibile in qualsiasi dimensione;
  • Riconoscibile perché il logo di un blog dovrebbe essere unico e originale. Prima di scegliere il logo definitivo conviene verificare che immagini simili non siano già state utilizzate attraverso una ricerca con Google Immagini;
  • Duraturo perché deve conservare la sua originalità anche a distanza di anni e non essere limitato alla moda del momento. I loghi di Coca Cola, McDonald’s, Apple e delle maggiori multinazionali negli anni hanno subito solo piccolissime modifiche.

Come dovrebbe essere un logo efficace

Creare un logo efficace per il blog è un lavoro complesso perché deve sintetizzare in poche linee e colori l’intero progetto di scrittura in linea con lo stile comunicativo. Per realizzare un logo significativo è necessario partire dall’analisi del blog nel suo complesso e procedere scegliendo le bozze maggiormente rappresentative fino ad arrivare a un risultato soddisfacente.

Immagini e logotipi

Il logo di un blog può essere sia un’immagine, come la mela morsicata di Apple o il baffo di Nike, che un logotipo, come la scritta Coca Cola o Alitalia. Entrambi i tipi di logo funzionano molto bene, e la miglior dieta visiva per scegliere quale stile applicare al logo del proprio blog consiste nel guardarsi intorno alla ricerca di loghi efficaci da cui prendere spunto.

La teoria dei colori

Nel marketing ai differenti tipi di prodotti vengono associati colori diversi: il verde richiama ecologia e natura, il rosa femminilità, il blu invece la sicurezza offerta da banche e assicurazioni. Per fare un esempio pratico, i rasoi rosa o in colori pastello sono in genere pensati per un pubblico femminile, mentre i deodoranti dalla confezione blu scura si indirizzano quasi certamente a un pubblico maschile. Questa diversa scelta di colori avviene perché a ogni colore viene associata un’emozione inconscia.

Schema colori, emozioni e loghi

Schema colori e emozioni, crediti Paola Bertoni per Travel Blogger Italiane

Consigli pratici per progettare il logo del blog

Prima di iniziare a disegnare il logo del blog è necessario partire da un brainstorming: raccogliere le idee e scrivere su carta cosa si vuole comunicare. Il passo successivo è quello di disegnare qualche bozza del logo con carta e penna, e solo una volta scelte due/tre immagini convincenti convertire il logo in un’immagine digitale.

Una volta create le immagini al computer è necessario ingrandirle e rimpicciolirle per capire se il logo resta riconoscibile in diverse dimensioni. Il formato digitale per un logo è quello vettoriale per poter variare la dimensione a seconda delle necessità evitando la perdita di definizione e il fastidioso effetto sgranato che compare quando si ingrandisce un’immagine a bassa risoluzione. Infine, prima di scegliere il logo definitivo è necessario controllare che sia in linea con l’immagine coordinata del blog, ovvero che utilizzi lo stesso schema di colori e caratteri.

📌 Salva questo post su Pinterest

Altri post che potrebbero interessarti

7 commenti

Claudia 01/09/2020 - 09:19

Il concept e la successiva realizzazione del logo è stata una delle parti più lunghe e complesse per noi. Sapendo utilizzare photoshop e similari siamo state avvantaggiate sicuramente. Davvero interessante la teoria dei colori, molti dei significati associati non li conoscevo!

Rispondi
Veronica 03/09/2020 - 08:27

Davvero tantissimi consigli interessanti per creare il proprio logo e mantenerlo il più tempo possibile. Cercherò di mettere in pratica i vari passaggi per crearne uno definitivo.

Rispondi
ERMINIA SANNINO 09/09/2020 - 15:58

Consigli molto utili. Qualche volte ho pensato di associare anche un logo al blog, ma non l’ho ancora realizzato. E’ una cosa sulla quale bisogna rifletterci un po’

Rispondi
Silvia The Food Traveler 15/09/2020 - 18:01

Se penso al mio primissimo logo mi sento ancora male: era davvero molto semplice e banale. Ma da qualche parte si deve pur iniziare 😉 Per quello definitivo mi sono affidata a un’altra blogger che nella “vita vera” fa la graphic designer, e il fatto di essere esperta in entrambi i settori ha fatto sì che ci capissimo subito al volo.

Rispondi
Valentina 18/09/2020 - 08:57

Grazie Paola per questo articolo. Proprio in questo periodo sto pensando di farmi creare un logo per il mio blog e i tuoi suggerimenti mi sono stati molto utili. Anche io condivido il pensiero che un logo debba essere principalmente chiaro e semplice. Interessante quello schema di colori e loghi che hai inserito… i miei preferiti sono quelli bianchi, soprattutto quello dell’Apple.

Rispondi
valeria 18/09/2020 - 16:24

Il mio primo logo era molto discutibile ma appena ho avuto la possibilità mi sono affidata a una graphic designer che ha saputo dare la giusta forma ai miei desideri.

Rispondi
Rossella 20/09/2020 - 23:45

Dovrei rifare il mio logo: ho compiuto alcuni errori qui elencati! Anche io ho utilizzato un’immagine free e non mi soddisfa per nulla. Occorre tempo e ponderazione prima di essere sicuri di aver trovato al giusta anima del nostro sito.

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy