Home ViaggiEuropa Il meglio di Parigi in un romantico fine settimana
La Torre Eiffel vista dalle strade di Parigi, foto Elina Sazonova

Il meglio di Parigi in un romantico fine settimana

2 commenti

Parigi, la Ville Lumière, è una delle città più romantiche del mondo, motivo per cui è statisticamente probabile visitarla in compagnia di almeno un fidanzato o marito. Questo articolo racchiude i migliori consigli per organizzare una fuga in coppia di due giorni e godere la bellezza della capitale francese.

Come arrivare a Parigi

Parigi è servita da diversi aeroporti, con numerosi voli giornalieri. Di solito i voli low cost atterrano a Paris Orly, mentre i voli di linea all’aeroporto principale Paris Charles de Gaulle. Se quest’ultimo è molto comodo e ben servito dai treni fino al centro di Parigi, l’aeroporto di Orly è invece più distante e richiede un noioso spostamento in pullman.

Un’alternativa molto valida, e sicuramente più romantica, è prendere il treno. Dal nord Italia è possibile raggiungere Parigi sia con treni notturni che con treni diretti diurni. In particolare, da Milano a Parigi è possibile raggiungere senza cambi la stazione principale Gare de Lyon in circa sette ore, attraversando gli spettacolari panorami alpini della Svizzera.

Raggiungere Parigi in treno è molto comodo perché permette di evitare le attese in aeroporto e le limitazioni sul bagaglio a mano delle compagnie low cost. In più, la stazione ferroviaria Parigi Gare de Lyon è già il punto di partenza per esplorare la città perché qui si fermano anche le navette aeroportuali.

La stazione ferroviaria è essa stessa un’attrazione, essendo stata edificata per l’Esposizione Universale nel 1900. Da qui è poi sufficiente prendere uno dei numerosi autobus o i treni della metropolitana per iniziare a visitare la capitale francese, tra musei e monumenti.

Prenota il tuo biglietto del treno su Omio

Cosa vedere a Parigi in due giorni

Ogni viaggiatore ha i suoi angoli preferiti della Ville Lumière, dall’enorme Museo del Louvre all’alternativa Belleville, ma vederla tutta in soli due giorni è impossibile. Non basta una vita a scoprirne ogni angolo di Parigi! Un fine settimana però è sicuramente uno splendido assaggio al potenziale romantico della città, specialmente seguendo questi consigli.

Torre Eiffel

Un viaggio a Parigi non è completo senza una visita alla Torre Eiffel, chiamata dai parigini la “Dame de Fer”. Simbolo della capitale francese, la torre è stata progettata e realizzata per l’Esposizione Universale del 1889 ed è ancora oggi l’edificio più alto di Parigi.

La Torre Eiffel viene illuminata ogni sera ed è possibile ammirarla in tutto il suo splendore dalla terrazza panoramica del Trocadéro. Se si desidera visitarla o ammirare Parigi dall’alto, è invece possibile salire alla terrazza del secondo piano a piedi o per le scale, quindi raggiungere la cima in ascensore. Entrambe le scelte sono valide, salire in cima per le scale è un’esperienza memorabile se si è abbastanza allenati!

Per un momento incredibilmente romantico, si può concludere la salita sulla Torre Eiffel con un pranzo o una cena con vista. I ristoranti della Torre Eiffel sono due: il 58 Tour Eiffel e Le Jules Verne. Da provare assolutamente in coppia!

Musei di Parigi

Riguardo ai musei, il più famoso nel mondo è certamente il Museo del Louvre. In un viaggio di soli due giorni però potrebbe non essere la scelta migliore perché le sue gallerie sono davvero enormi.

Una valida alternativa è sicuramente il Museo d’Orsay, situato di fronte e amatissimo dagli appassionati d’arte. Qui è possibile ammirare dal vivo opere di Cézanne, Manet, Monet, Renoir, Degas, Pissarro e molti altri. Da considerare comunque almeno un paio d’ore per girarlo tutto.

Situato in una stazione ferroviaria dismessa, il Musée d’Orsay è stato ristrutturato come museo dalla designer italiana Gae Aulenti e ospita esclusivamente opere dell’impressionismo e post-impressionismo. Quadri, sculture, fotografie, stampe e arte decorativa offrono ai visitatori una panoramica unica di questa corrente artistica.

Un altro museo molto particolare è il Centro nazionale d’arte e di cultura Georges Pompidou, solitamente abbreviato in Centre Pompidou. Qui è possibile immergersi nell’arte moderna e contemporanea, tra collezioni permanenti e mostre temporanee. Già dall’esterno è possibile immaginare che non si tratta di un museo come tutti gli altri!

Acquista il Paris Museum Pass e risparmia sulle visite ai musei

Chiese di Parigi

Tra le chiese, sono assolutamente da visitare la splendida Cattedrale di Notre Dame e la panoramica Basilica di Montmartre. In seguito al terribile incendio del 2019 la Cattedrale di Notre Dame non è più visitabile all’interno, tuttavia sono già state smantellate le impalcature per la messa in sicurezza della torre.

Oggi il sagrato della chiesa di Notre Dame è nuovamente accessibile al pubblico ed è possibile ammirarla almeno dall’esterno. Una passeggiata nelle stradine dell’Ile de la Cité, attraversando a piedi i ponti della Senna, è sicuramente un momento magico e memorabile.

In un romantico fine settimana in coppia non può mancare neanche ammirare il panorama di Parigi dalla Basilica del Sacro Cuore a Montmartre. Questa chiesa è uno degli edifici più alti della città e lascia i visitatori letteralmente senza fiato per la sua bellezza.

Quartieri parigini

Due giorni a Parigi devono assolutamente comprendere un’immersione nei quartieri più amati della capitale francese. Il consiglio è dedicare parecchio tempo libero per girovagare nel centro e respirare le vibrazioni della città, fermandosi a mangiare e fare shopping nei negozi che più richiamano l’attenzione.

In base ai propri interessi è possibile scegliere il romanticismo bohémien della Rive Gauche e scegliere libri usati sulle tipiche bancarelle dei bouquinistes o vivere il lusso del Primo Arrondissement.

Un’attività romanticissima da vivere assolutamente è una cena in barca sulla Senna, come quelle organizzate sui tipici Bateaux Mouches. Si tratta di un’esperienza fantastica per ammirare il panorama di Parigi dal fiume e soddisfare anche per il palato.

Infine, in un weekend romantico non dovrebbe neanche mancare una visita al

pittoresco quartiere di Montmartre, per farsi ritrarre dai talentuosi pittori di strada. Un ritratto o una caricatura di coppia saranno un souvenir unico per ricordare il viaggio!

.

Altri post che potrebbero interessarti

2 commenti

Maria Signori 27/09/2021 - 13:10

Grazie Paola sempre molto precisa sulle info!
Mi hai fatto venire voglia di partire per Parigi…(devo solo convincere mio moroso).
Hai qualche dritta su alloggi, hotel , b&b con giusto rapporto qualità prezzo?
Grazie!

Rispondi
Marina 02/10/2021 - 15:44

Ho avuto la fortuna di soggiornare nel quartiere latino ed è stato davvero bello vivere in un’area caratteristica e non troppo turistica!

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy