Home Blogging Come riconoscere le truffe per influencer su Instagram
Computer e cellulare con Instagram, foto Annalisa Spinosa di Tre Valigie

Come riconoscere le truffe per influencer su Instagram

15 commenti

Instagram è una piattaforma visiva semplice da usare, veloce ed intuitiva. Ma è facile cadere nelle sue trappole, soprattutto se si è inesperti e poco attenti. Sono molti gli utenti, che pur di trovare un pizzico di celebrità,  ricorrono a trucchetti come i bot per aumentare i followers. D’altra parte, anche molti brand, o pseudo tali, hanno trovato il modo di accaparrarsi ambassador con metodi poco chiari, che oserei chiamare vere e proprie truffe di Instagram.

L’influencer marketing è una cosa seria

Ultimamente sembra che tutti vogliano diventare influencer, attratti forse dalla grande quantità di prodotti dati ad uso gratuito in cambio di un post sponsorizzato. Ma riuscire a collaborare con brand importanti e con aziende famose non è certo così semplice come sembra. Per avere una gallery interessante, che colpisca un azienda di fama nazionale o addirittura mondiale, è importante lavorare sodo e bene, creando un feed unico e accattivante, supportato però da strategie che tengano conto del mercato di Instagram.

In parole povere, non puoi svegliarti una mattina e pensare di “sfondare” su Instagram solo perché posti foto carine o hai milioni di followers, il più delle volte acquistati o frutto di bot. L’Influencer è appunto una persona che ha la grande capacità di influenzare la gente, condizionandone le scelte e molto spesso anche il modo di pensare. Dietro al suo lavoro c’è una strategia di marketing ben definita. 

Come lavora un influencer

Un influencer lavora grazie agli ingaggi dei marchi e delle aziende che vogliono promuovere i loro prodotti o servizi tramite piattaforme social, come Instagram. Riceve dunque prodotti o servizi, come soggiorni gratuiti in hotel, o viene pagato con una fee in cambio di un post promozionale sui canali social. Più la community engagment rate dell’influencer è alto e credibile, più alta è la fee pagatagli, anche se spesso persino questo dato viene falsato con la partecipazione ai gruppi pod. Ovviamente collaborazione chiama collaborazione, e la fama arriva in men che non si dica se si lavora bene, grazie anche al passaparola delle aziende interessate.

Icona cellulare su Instagram, foto Annalisa Spinosa di Tre Valigie

Attenzione alle truffe su Instagram

Tutti ormai cercano di diventare influencer e ambassador, per avere servizi gratuiti e codici sconto per prodotti di vario genere. Pur di far vedere però che si hanno collaborazioni all’attivo in molti cadono nelle trappole del “write me in DM”, ovvero “scrivimi in privato” (i DM sono i Direct Message). Attenzione, spesso, anzi quasi sempre, i messaggi che arrivano in DM sono vere e proprie truffe. 

Se ti contattano da un account secondario, linkandoti un sito che ti promette abiti di famosi brand di moda,  gioielli meravigliosi o occhiali da sole di design, promettendoti un futuro da ambassador retribuito con tanto di codice sconto per i tuoi follower, fai attenzione!

Ti faranno credere che il tuo profilo è strepitoso, ben curato e che ( guarda un po’!) è proprio quello che stavano cercando, la gallery ideale per dare visibilità ai loro gloriosi prodotti. Ma (e sì… c’è un ma), per diventare loro ambassador devi comprare uno dei loro prodotti, a prezzo scontatissimo solo per te, oppure pagare per lo meno le spese di spedizione, ma costano solo 25,00 dollari!

Stai alla larga dalle truffe di Instagram

Cestina subito messaggi simili, e stai alla larga da queste collaborazioni, per tre motivi:

  • Un’azienda seria non ti contatta in DM, ti contatta via mail, in maniera professionale, un messaggio su Instagram può essere al massimo un primo contatto
  • Per diventare ambassador, o comunque per lavorare in generale come influencer, non devi SBORSARE un euro di tasca tua. Nemmeno per la spedizione.
  • Un brand deve garantirti il link di affiliazione al sito e un pannello in cui controllare le vendite derivanti dall’affiliazione. Se invece la collaborazione è occasionale, la cosa è molto più semplice. Basta trovare accordi che soddisfino entrambe le parti. E quindi devi parlare con una persona reale e non con un chatbot automatizzato.

Accettare questo tipo di collaborazioni è un po’ da disperati. I brand che lo fanno ormai sono conosciuti da tutti gli utenti, perchè mandano messaggi a chiunque senza fare alcuna analisi del profilo. A loro interessa semplicemente trovare persone a cui rifilare i loro prodotti, spacciati per merce rara e preziosa. Dunque pagare aziende simili pur di far credere che si stia collaborando con un brand importante non è un bel biglietto da visita, e non ti garantirà alcuna visibilità. Inoltre, se il prodotto non è in target con il tuo profilo, perderai di credibilità con i tuoi followers. 

Consigli utili per collaborazioni su Instagram

Se ti parlo di queste truffe su Instagram è perchè, purtroppo, sono moti gli utenti che cadono in trappole simili. Tra le categorie più sensibili a questo genere di truffa trovi soprattutto le ragazze che cercano di imitare le fashion blogger di fama internazionale, in cerca di facili entrate e di visibilità, oppure le madri a cui vengono prospettati guadagni lavorando da casa.

Prima di accettare una collaborazione su Instagram e di sottoscrivere contratti fasulli confrontati sempre con qualcuno che ne sappia più di te, come facciamo all’interno della nostra community Travel Blogger Italiane, o cerca recensioni in merito all’azienda in questione nei forum dedicati o su Google. L’unico modo per avere un ingaggio è lavorare in maniera corretta, rispettando le leggi dell’influencer marketing e concentrandosi sui propri obiettivi.

📌 Salva questo post su Pinterest

.

Altri post che potrebbero interessarti

15 commenti

Federica Assirelli 12/04/2021 - 12:37

Pur essendo su instagram è un mondo che mi attrae sinceramente poco e non mi sono mai promossa in tal senso. Non mi sono mai imbattuta in offerte anche perché i mie numeri sono piccoli. Hai fatto benissimo però a scrivere questo articolo informativo perché in rete ne ho sentite davvero tante ed è sempre bene far capire che non tutte sono offerte vantaggiose.

Rispondi
Cinzia 16/04/2021 - 15:53

Io sono sempre molto scettica e non accetto mai proposte che promettono regali o altro , leggendo questo articolo mi sono convinta che faccio proprio bene . Grazie per i chiarimenti e consigli

Rispondi
Francesca Minnella 16/04/2021 - 06:53

concordo perfettamente con tutto ciò che è riportato in quest’articolo, bisogna stare attenti o quanto meno farsi consigliare da chi riesce a riconoscere queste truffe #sadbuttruestory

Rispondi
Claudia 16/04/2021 - 07:08

Ormai è un continuo di proposte fasulle o da parte di bot, come anche utenti che sono stati truffati e continuano la catena di sant Antonio per poter guadagnare qualcosa o meglio almeno riprendersi i soldi spesi😔

Rispondi
Silvia The Food Traveler 16/04/2021 - 10:29

Pur avendo numeri molto piccoli, mi è capitato una volta di ricevere un commento a un post in cui mi veniva chiesto, da parte di un brand di orologi, di contattarli per una proposta di collaborazione “da non perdere”. Li ho contattati e la proposta consisteva in questo: mi avrebbero dato la possibilità di acquistare un loro orologio a un prezzo scontato in cambio di… un bel niente! Ho risposto no grazie e dopo un po’ li ho bloccati perché continuavano a scrivermi in DM.

Rispondi
Chiara 16/04/2021 - 12:39

Non sono abbastanza “grande” su IG per incorrere in truffe ma sono felice di aver trovato qui un articolo che dia delle linee guida per evitare di cascarci! Molto utile 👍

Rispondi
Lucia 16/04/2021 - 14:38

Articolo interessantissimo che cade proprio a pennello! Proprio qualche giorno fa un brand di orologi mi ha contattata tramite e-mail per collaborare con loro, ma dovevo acquistare un orologio con il 75% di sconto… sì certo, come no! Io non mi sono mai fatta fregare e spero che tutti facciano delle ricerche prima di cadere in questi tranelli.

Rispondi
valeria polverino 16/04/2021 - 15:31

Nell’ultimo anno su Instagram si è visto di tutto! Mi è capitato spesso di ricevere richieste simili ma non mi ha sfiorato minimamente l’idea di prenderle in considerazione perchè non in linea con i miei ideali, oltre che è inaccettabile pagare per promuovere prodotti.

Rispondi
Marilena | Five In Travel 17/04/2021 - 10:54

Tra società che ti offrono pacchetti “speciali” per far aumentare follower, che ti chiedono dei soldi per provare fantomatici oggetti o ti propongono 1000 pubblicazioni in cambio di un libro in “regalo” la sezione messaggi di IG sta diventando una giungla!
Articolo davvero utile per evitare di cadere nella loro rete!

Rispondi
Elisabetta 18/04/2021 - 09:41

Purtroppo ormai IG pullula di questi “elementi”. Capita spesso che chi è alle prime armi e ancora inesperto incappi in queste vere e proprie truffe, quindi avete fatto benissimo a trattare questo argomento 💙

Rispondi
Margherita 19/04/2021 - 22:07

Sono assolutamente d’accordo con il punto di vista di questo post. Purtroppo, se si è presenti su Instagram con un certo numero di follower o engagement, le truffe sono dietro l’angolo (e nemmeno troppo velate!) Sta, ovviamente, alla bravura della persona non lasciarsi sedurre da “facili offerte”, anche perché a volte si può incappare anche nel rischio di furto o hackeraggio del proprio account!

Rispondi
Roberta 23/04/2021 - 14:24

Mamma mia, tutto vero. Quanta spazzatura su quel social! Io cancello e blocco, blocco e cancello. Me ne sono capitate di ogni (escort incluse).

Rispondi
Valentina 03/05/2021 - 08:44

Purtroppo i social sono anche questo 🙁 la gente se ne approfitta e cerca di truffare 🙁
A me è capitato spesso di ricevere messaggi del tipo “diventa ambassador di questo brand” o “promuovi questi gioielli” e poi la collaborazione consisteva in un misero sconto: io avrei dovuto acquistare il loro prodotto (orologio o bracciale) a un prezzo scontato del 10% o 15% e promuoverlo sul mio profilo…. anche no!

Rispondi
Babi |Wanderlust in Travel 07/05/2021 - 14:37

Io una volta ci sono cascata. Alla fine ho preso un prodotto pagando metà del prezzo ma non conveniva affatto.
Purtroppo ora come ora su IG si vedono tantissime di queste proposte.. È quasi fastidioso, c’è da stare veramente attenti

Rispondi
ERMINIA SANNINO 08/05/2021 - 10:34

Sono d’accordo. Anche io sto notando che tutti ultimamente vogliono diventare degli influencer o peggio ancora si credono degli influencer. La cosa che meno mi piace poi di alcuni che seguo, è che sponsorizzano di tutto senza avere un’obiettivo chiaro. Mi danno solo l’impressione di avere smanie di protagonismo. Poi ci sono persone che contattano e sono anche arroganti se rifiuti! Insomma, credo che la realtà virtuale stia peggiorando a una velocità pazzesca.

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy