Home ViaggiResto del mondo Meraviglie indonesiane
Meraviglie indonesiane

Meraviglie indonesiane

9 commenti

Sono tante le meraviglie indonesiane, questo immenso arcipelago che inizia in estremo oriente e finisce in Oceania, ha tantissimi tesori, culturali e naturali, in terra e in mare.

Andiamo alla scoperta di un paese sorprendente e vario, di cui sarà facile innamorarsi. Iniziamo con una piccola raccolta di meraviglie indonesiane, luoghi imperdibili per un viaggiatore.

Padar – Komodo

Il Komodo National Park è una delle tante meraviglie indonesiane, questo è l’antico territorio dove ancora vivono i grandi draghi.

Malgrado questo luogo da qualche anno sia stato scoperto anche dal turismo di massa, diventando in breve una destinazione molto gettonata, il Komodo National Park, con il suo mondo fatto da piccole isole inesplorate e tantissimo meraviglioso oceano, rimane ancora un luogo incontaminato e leggendario.

La visita a Pulau Padar, un’isola disabitata che fa parte del Komodo National Park e di cui oramai è diventata una delle icone, diventa una tappa obbligata.

L’isola in prevalenza montuosa, ha una conformazione unica ed è una delle attrazioni più affascinanti del parco.

La sua scalata è abbastanza faticosa, ma è una vera esperienza che difficilmente si dimentica. Infatti, una volta sulla sommità, il lo sguardo si poserà su colline ondulate e vette aguzze, sul blu infinito dell’oceano.

Poi, con la sola compagnia del vento, si possono ammirare le perfette baie a mezzaluna che la circondano, alcune con spiagge dalla sabbia bianca o rosata e altre invece nera.

Ogni ora del giorno è perfetta per scalare l’isola di Padar, magari evitando le ore più calde della giornata.

Di solito, è preferibile visitarla in un tour al mattino molto presto.

Borobudur – Giava   

Tra le meraviglie indonesiane non poteva mancare questo straordinario monumento, il più grande tempio buddista al mondo, il Borobudur.

Il Borobudur si trova nella zona di Giava Centrale a circa un’ora di auto dalla città di Yogyakarta.

La costruzione del tempio è datata tra il VIII e il IX secolo d.C., durante il regno Mataram, sotto la dinastia Sailendra di fede buddhista.

Nel 1991 il monumento è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’Unesco.  

Il grande tempio montagna è stato costruito ispirandosi a un mandala, è costituito da dieci terrazze interamente scolpite. Queste terrazze corrispondono alle dieci fasi del cammino spirituale verso il Nirvana.

Quest’opera imponente misura oltre 120 mt per ogni lato e si compone di dieci terrazze divise in tre gruppi.

Kamadhatu o regno del desiderio, rappresenta la vita nelle spirali del desiderio, è posto alla base dalla forma quadrata.

Rupadhatu o regno della forma pura, la parte centrale divisa in cinque livelli, che rappresentano la progressiva emancipazione dai sensi.

Arupadhatu o regno della senza forma sono le ultime tre terrazze circolari che simboleggiano il cammino progressivo verso il nirvana.

L’intero cammino è caratterizzato dalla presenza di nicchie contenenti circa 504 statue di Buddha rappresentato nelle varie posizioni. Nell’ultima terrazza invece sono presenti una serie di grandi stupa.

Secondo la credenza la cima non è il punto di culmine del viaggio, ma è il viaggio, il culmine di se stesso.

Il Borobudur è bellissimo a ogni ora del giorno, di solito nella tarda mattinata e primo pomeriggio è meno affollato: il tramonto e l’alba sono i momenti della giornata per scattare foto da copertina.

Meraviglie indonesiane
Le grandi risaie di Jatiluwuh

Jatiluwih – Bali   

Il cuore più verde sono le grandi risaie di Jatiluwuh, vere meraviglie indonesiane chiamate anche Bali paradiso.

Queste imponenti risaie a terrazza si trovano nella reggenza di Tabanan, nella zona nord- occidentale dell’isola. Si estendono a perdita d’occhio sulle pendici del monte Batukaru, a un’altezza media di circa 700 metri.

Le terrazze di riso sono belle da vedere durante tutto l’anno e i panorami cambiano molto secondo il periodo. Bellissime da vedere quando le piante di riso formano un uniforme tappeto verde, definite verde Bali.

Il periodo da tenere in grande considerazione è quando si raggiunge il momento del raccolto.

Il colore delle terrazze passa dal verde deciso al giallo oro, con leggere sfumature tendenti all’arancio, dando forma a un panorama davvero mozzafiato.

Alle Jatiluwih ancora oggi si produce un riso assolutamente biologico.

Tutto il processo dalla semina, alla raccolta e irrigazione, segue le antiche regole subak balinesi, di agricoltura, religione, economia.

Il processo di coltivazione e raccolta del riso è una parte importante della cultura balinese. Alle Jatiluwih si può assistere allo stile di vita autentico che ruota intorno al riso, il principale alimento del paese.

Durante il raccolto donne e uomini lavorano insieme, battono e filtrano il riso, con un processo fatto interamente a mano. Mentre lavorano cantano canzoni balinesi per alleggerire il durissimo lavoro, spesso fatto sotta una battente pioggia tropicale. 

Impossibile resistere alla perfezione di queste risaie terrazzate, dichiarate patrimonio Unesco.

Da fare assolutamente una bella camminata in uno dei percorsi in mezzo alle risaie.

Meraviglie indonesiane
Il vulcano Kelimutu sull’isola di Flores

Kelimutu – Flores   

Flores è un’isola incantevole che custodisce tante bellezze, è sicuramente una delle mete di viaggio più consigliate.

Tra tutte le sue incredibili attrazioni spicca il vulcano Kelimutu, che da solo vale il lungo viaggio. I suoi tre laghi colorati sono circondati da antichi miti e leggende.

Ammirare questa meraviglia della natura è una vera fortuna anche per il viaggiatore più esigente. Infatti, la vera magia sta nel fatto che nessuno sa di quale colore saranno i laghi una volta arrivati sulla cima.

I laghi possono avere diversi colori, blu, verde, rosso, marrone scuro o bianco lattiginoso.

Questo fenomeno del cambio di colore, sembra sia da attribuirsi alla risalita delle acque profonde che si mescolano ai gas che fuoriescono dalle spaccature della crosta terrestre, formatesi sui fondali dei tre laghi.

Secondo la gente del posto invece, il colore delle acque è da attribuirsi alle anime inquiete degli spiriti degli antenati che li abitano.

Che sia mistero e magia o un evento naturale, poco importa, sicuramente vedere il Kelimutu è uno spettacolo unico al mondo.

Le Travel Blogger Italiane Bru & Paola consigliano di andare controcorrente e scalare questo vulcano nel pomeriggio, per restare soli e respirare veramente le antiche leggende del luogo.

Nusa Penida     

Nusa Penida è un’isola raggiungibile in soli trenta minuti di barca veloce dalla costa di Bali, di cui fa parte. Sconosciuta fino a pochi anni fa è diventata famosa per i suoi bellissimi panorami instagrammabili.

Penida ha panorami selvaggi e aspri, con alte scogliere che si gettano in un mare cristallino. Le sue baie sorprendenti, sono quasi tutte da conquistare percorrendo sentieri impervi.

Una volta era il regno dei coltivatori di alghe agar agar e il loro profumo si sentiva ovunque. Oggi l’isola è sempre più proiettata verso il turismo, grazie alle sue bellezze uniche.

Kelingking è sicuramente il luogo più spettacolare e fotografato dell’isola. La vista dall’alto è davvero incredibile come è l’incantevole la baia sottostante con sofficissima sabbia bianca e un mare turchese.

Broken Beach è la famosa scogliera ad arco naturale scavato dalla potenza del mare nella roccia calcarea. E’ possibile ammirare la baia dall’alto, passeggiare sopra il grande arco, non finendo mai di scattare foto al mare e allo stupendo panorama.

Molto vicino a Broken Beach, l’isola regala un’altra meraviglia, si tratta di Angel’s Billabong, una piscina naturale dall’acqua limpidissima.

Crystal Bay è la baia di sabbia più facilmente raggiungibile di tutta l’isola. Una spiaggia con acqua azzurra e cristallina, conosciuta come uno dei più famosi siti di snorkeling e immersioni dell’isola, dove nuotare insieme alle mante, tartarughe e mola mola.

Diamond Beach è una splendida minuscola baia situata in fondo a una scenografica scogliera. Altrettanto bella la vicina Atuh Beach, dove un arco di roccia naturale emerge dalle  acque turchesi.

Nusa Penida oltre al mare regala tante altre esperienze. Un interno di colline verdissime, dalla tipica forma a panettoncino chiamate Teletubbies. Molto particolare la grotta Giri Putri, per accedervi bisogna calarsi da uno stretto buco nella roccia, al suo interno si trova un tempio sacro agli hindù.

Meraviglie Indonesiane

LIndonesia è un paese immenso e vario e le meraviglie che vale la pena vedere sono davvero tantissime. Se vi sono piaciute queste destinazioni seguiteci, perché abbiamo ancora molto da raccontare.


.

9 commenti

Margherita 10/04/2022 - 18:30

l’Indonesia è una delle destinazioni che sogno da sempre! Poco prima del lockdown, stavo per organizzare un viaggio a Bali con scalo a Singapore…e mi è rimasta l’idea! Sarei curiosissima di vedere il tempio di Borobudur e le risaie di Bali, sono sicura che rimarrò estasiata da tutti i luoghi che vedrò!

Rispondi
Bru 15/04/2022 - 01:56

Ciao Margherita allora è arrivato il momento di riprendere in mano quel progetto e venire in indonesia

Rispondi
Lara 11/04/2022 - 13:20

L’Indonesia mi fa ancora battere il cuore, nonostante siano passati ormai 4 anni da quando sono andata. Non vedo l’ora di ritornare perchè mi manca tantissimo. Anche perché ovviamente ci sono una miriadi di cose da vedere come komodo e Kelimutu che mi mancano.

Rispondi
Bru 15/04/2022 - 01:57

Lo so Lara che a voi L’Indonesia è piaciuta tanto ma dovete tornare perché le meraviglie da vedere sono tante

Rispondi
Federica Assirelli 15/04/2022 - 18:00

Ho fatto quasi tutte le tappe citate nell’articolo e non posso che confermare la bellezza di questi luoghi! Sono passati tanti anni da quando sono andata, ma i ricordi sono ancora vividi! Sono proprio luoghi indimenticabili!

Rispondi
Eliana 25/04/2022 - 08:59

L’Indonesia deve essere davvero una nazione fiera e stupenda: tra isole, spiagge, luoghi naturali e zone incontaminate è una manna per una naturalista e studiosa come me!

Rispondi
Bru 30/04/2022 - 01:26

Eliana devi venire in Indonesia per vedere con i tuoi occhitutte le meraviglie che ci sono

Rispondi
Virginia 06/05/2022 - 09:15

Abbiamo amato l’Indonesia ( finora siamo stati solo a Bali, a dire il vero, quindi forse non possiamo parlare per tutte le altre isole…) per i suoi paesaggi e per le persone: abbiamo trovato persone gentili, spirituali, accoglienti.

Rispondi
Valentina 13/05/2022 - 16:40

Sarà la meta del nostro prossimo viaggio!! Non vedo l’ora di esplorare i fantastici paesaggi di cui parli nell’articolo! Prendo spunto.

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy