Home ViaggiItalia Cosa mangiare a Venezia: i piatti tipici veneti dall’antipasto al dolce
Antipasti tipici di Venezia

Cosa mangiare a Venezia: i piatti tipici veneti dall’antipasto al dolce

5 commenti

Sapere cosa mangiare a Venezia e dove gustare i migliori piatti tipici veneziani è quasi un obbligo per chi visita la città. La cucina veneta è un’esplosione di sapori e di contrasti, ideale per i palati che amano lasciarsi stupire. Chi pensa che Venezia non abbia molto da offrire dal punto di vista culinario, dovrà ricredersi quando assaggerà i piatti tipici veneti.

Cosa mangiare a Venezia: cicchetti e antipasti

I cicchetti sono una sorta di finger food che vengono serviti come aperitivo nei bacari e nelle osterie tradizionali di Venezia, sempre accompagnati da un bicchiere di vino della casa. Durante la settimana, i veneziani usano spesso pranzare esclusivamente a base di cicchetti. Le composizioni sono talmente ricche che prenderne quattro o cinque è come fare un pasto completo. Per questo motivo i bacari possono essere tranquillamente inseriti nella lista dei locali dove mangiare a Venezia spendendo poco.

Tra i cicchetti più famosi ci sono quelli a base di baccalà mantecato, una lavorazione particolare in cui il pesce viene cotto nel latte e poi frullato per ottenere una mousse leggera e compatta. Il baccalà così preparato viene servito su fette di pane tostato o di polenta e rappresenta uno dei piatti tipici veneti più apprezzati.

Un altro antipasto tradizionale sono le sarde in saor, letteralmente sarde in sapore, e per capire il motivo di questo nome basta dare un’occhiata alla ricetta. Infatti il pesce viene dapprima fritto e poi messo a marinare per almeno ventiquattro ore con cipolla, aceto, uvetta e pinoli per far sì che gli aromi si fondano tra loro. Come per il baccalà, anche le sarde in saor possono essere accompagnate da pane o polenta per realizzare dei deliziosi cicchetti o servite da sole come secondo piatto.

Primi e secondi piatti tipici veneziani

Tra i primi piatti tipici di Venezia troviamo:

  • risi e bisi, un primo a base di riso e piselli che veniva servito al Doge in persona durante la festa di San Marco. La ricetta è talmente iconica che nel 2013 il comune di Scorzè ha depositato il brevetto alla Camera di Commercio di Venezia per garantirsi i diritti su questa pietanza;
  • bigoli in salsa, un ottimo primo piatto per chi non sa cosa mangiare a Venezia. Si tratta di una sorta di spaghetti grandi e porosi che vengono conditi con un sugo composto da cipolle e sarde;
  • polenta e schie, un piatto semplice ma ricco di gusto che prevede l’abbinamento della polenta a dei gamberetti tipici della laguna veneta;
  • risotto di Gò, una pietanza tipica dell’isola di Burano a base di ghiozzo, un pesce della laguna con cui si prepara un brodo che viene filtrato e aggiunto al riso.
Risi e bisi piatto tipico di Venezia
Risi e bisi è un piatto tipico di Venezia

Tra i secondi piatti tipici veneziani spiccano:

  • fegato alla veneziana, preparato con fegato di vitello tagliato a fette sottili e cucinato insieme alla cipolla bianca. Quello che si ottiene è un piatto dal forte contrasto tra dolce e salato di cui ci si innamora ad ogni morso;
  • moeche e masanete, granchi che vengono pescati nel periodo della muta del carapace per poi essere fritti. Le masanete, femmine di granchio, vengono solitamente cucinate quando sono piene di uova. Questa variante è chiamata “masanete col coral”, cioè con il ripieno;
  • castradina, una pietanza a base di carne di montone castrato. Viene preparata durante la festa della Madonna della Salute, una ricorrenza che celebra la fine della peste nera che colpì Venezia tra il 1630 e il 1631.

Cosa mangiare a Venezia: dolci tipici veneziani

La cucina veneta vanta diversi dolci tradizionali che possono essere acquistati nelle pasticcerie veneziane o durante particolari ricorrenze. I dolci sono a pieno titolo piatti tipici di Venezia!

Tra i dolci veneziani più famosi troviamo:

  • bussolai o buranelli, dei biscotti tipici di Burano preparati con una frolla che prevede l’uso di uova, rum e ingenti quantità di burro. La loro forma tipica è a ciambella, ma possono essere preparati anche a forma di esse;
  • zaeti, biscotti realizzati con farina di mais, che dona all’impasto un caratteristico colore giallo, a cui vengono aggiunte gocce di cioccolato o uvetta;
  • baicoli, dei biscotti dalla forma sottile e allungata simili alle lingue di gatto dal gusto semplice e genuino;
  • fritole, talmente famose da essere considerate dei piatti tipici veneti. Sono delle piccole frittelle che vengono preparate nel periodo del Carnevale, composte da una pastella a cui vengono aggiunti pinoli e uvetta. Esiste anche una gustosa variante che prevede un farcitura extra con crema o zabaione;
  • dolce di San Martino, un biscotto tradizionale che viene preparato a fine novembre durante la festa dedicata al santo. Si tratta di un biscotto di pasta frolla lavorato in modo da fargli assumere la forma di un cavaliere in sella ad un cavallo e successivamente decorato con glassa, caramelle e altre leccornie.
Dolci tipici di Venezia
Dolci tipici di Venezia

Questi sono i piatti consigliati per chi non sa cosa mangiare a Venezia. Il modo migliore di provare queste prelibatezze è quello di recarsi nelle osterie tradizionali o nei bacari che propongono piatti tipici veneziani, dove si potrà respirare un’atmosfera ancora più autentica. Per provarle tutte l’ideale è organizzare un weekend lungo che preveda di visitare Venezia in tre giorni, tempo necessario per lasciarsi ammaliare dalla bellezza della città e dai sapori della sua cucina.

.

Altri post che potrebbero interessarti

5 commenti

Patrizia 16/07/2021 - 10:10

Amo la cucina veneziana. In particolare le sarde in saor e il fegato. Lo faccio spesso anche a casa perchè fortunatamente piace a tutti! Ogni volta che vado a Venezia non manca mai il tour dei cicchetti ed ne scopro sempre di nuovi, sono uno migliore dell’altro!

Rispondi
Amber 17/07/2021 - 10:28

Sono stata a Venezia l’ultima volta poco prima della pandemia, a novembre e il cibo mi è piaciuto davvero tanto! Sono impazzita per i cicchetti, soprattutto le sarde in saor e il baccalà mantecato, ovviamente accompagnati dal mio amato prosecco!

Rispondi
Lara Bradamilla 23/07/2021 - 07:40

Quando si va a Venezia, bisogna sempre fare un tour di bacari! Adoro questi cicchetti e soprattutto fermarmi in osterie tipiche. Abitando vicina spesso vado solo anche per fare un giro di bacari.

Rispondi
Silvia The Food Traveler 03/08/2021 - 14:14

Le sarde in saor e il fegato alla veneziana sono in assoluto tra i miei piatti preferiti, per cui direi che a Venezia potrei tranquillamente sentirmi a casa. Poi mi piace sempre molto mangiare in un posto dove ti servono dei cicchetti così si ha la possibilità di provare più cose senza stramazzare al suolo con la pancia piena!

Rispondi
stefania 23/08/2021 - 12:50

i bigoi in salsa non sono sarde e cipolla..

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy