Home MagazinePiccoli viaggiatori Canada con bambini: 5 buoni consigli per organizzare il viaggio

Canada con bambini: 5 buoni consigli per organizzare il viaggio

1 commento

Organizzare un viaggio in Canada con bambini non è diverso dal farlo in una destinazione europea. La
distanza potrebbe spaventare, specie i genitori poco avvezzi ai voli intercontinentali, ma il Canada per i
bambini è davvero una meta ideale. In linea generale, in questo paese vi è una grande attenzione per i
piccoli viaggiatori.
Ecco 5 buoni consigli per cui dovreste scegliere proprio il Canada per organizzare un viaggio con bambini.

Viaggio in Canada con i bambini: i voli diretti dall’Italia

Uno dei primi 5 consigli per cui organizzare un viaggio in Canada con bambini sono i tanti voli diretti che ormai
collegano alcuni dei principali aeroporti italiani con quelli Canadesi. Ovviamente parliamo del versante
occidentale: per volare verso Calgary o Vancouver dovrete necessariamente mettere in conto uno scalo.

I voli diretti per Toronto e Montreal partono da Venezia, Milano e Roma, con Air Transat e Air Canada. Air
Canada è nettamente superiore alla prima, per diversi fattori, tra cui anche l’attenzione verso i piccoli
viaggiatori. Entrambe le compagnie offrono tariffe piuttosto convenienti se paragonate, ad esempio, ai voli
verso gli Stati Uniti.

Per voli di questo tipo i bambini sotto i due anni non pagano il biglietto, ma solo una piccola tassa. Per
contro, non possono usufruire di un posto a sedere.

Dai due anni compiuti bambini e ragazzi saranno soggetti alla stessa tariffa prevista per gli adulti ed
avranno, ovviamente, il loro posto a sedere. Da controllare sempre la franchigia bagaglio inclusa nella
tariffa.

Viaggiare in auto in Canada con i bambini

Un viaggio in Canada non può prescindere dal macinare tanti chilometri in auto. Con una buona
programmazione e prevedendo tappe intermedie interessanti gli spostamenti sono più facili da affrontare.
In Canada i bambini viaggiano con apposito seggiolino. Sebbene le compagnie aeree consentano il
trasporto di passeggini e seggiolini auto, sappiate che l’omologazione è diversa. I sistemi di ritenuta che
utilizziamo in Italia sono omologati ad una normativa europea che, di conseguenza, non vale in altri
continenti.
Se il seggiolino non è omologato, l’assicurazione non copre il danno in caso di sinistro. Il consiglio è di
noleggiarlo in loco insieme all’auto.

Lago Hurion: uno dei Grandi Laghi del Canada al confine con gli Stati Uniti

Gli alloggi family friendly e i servizi a misura di bambino in viaggio in Canada

In Canada è facilissimo trovare alloggi adatti anche ai piccoli viaggiatori.
Se parliamo di camere di hotel/motel, la regola è quella del doppio letto matrimoniale. Questo significa che
è possibile dormire in quattro nella stessa stanza in maniera molto comoda. Se avete bambini piccoli sono
quasi sempre disponibili gratuitamente i classici lettini da campeggio.

In alternativa agli hotel/motel, il consiglio è di prenotare un cottage. È un tipo di alloggio assai diffuso,
specie nelle zone molto turistiche a ridosso di parchi nazionali e provinciali. Sono sostanzialmente casette,
molto accoglienti, con una o più camere da letto e, naturalmente, cucina attrezzata. Costano poco di più di
una camera d’albergo ma sono assai più pratici per una famiglia, sia per l’ampio spazio a disposizione, sia
per la possibilità di cucinare i pasti.

La cucina tradizionale canadese è abbastanza diversa da quella italiana, ma per i bambini hanno
un’attenzione particolare.
I supermercati sono molto forniti e si trova il necessario, come omogeneizzati, farine, latte in polvere,
pannolini. Inutile caricarsi la valigia con questo genere di cose.
Per i bambini più grandi i supermercati canadesi hanno sempre frutta fresca disponibile per le loro
merende (in molti casi la si trova persino gratuita per i bambini, nella misura di un frutto a testa), reparti
gastronomici con zuppe, panini, pasta e riso, pizza già pronti per essere consumati al momento.

I ristoranti prevedono quasi sempre un menù bambini che solitamente prevede hamburger, pasta, pizza,
fish & chips, pollo, accompagnati da verdure, frutta, una bibita e qualche volta anche un piccolo dolce.
Altra cosa assai apprezzabile, l’acqua potabile è sempre gratuita in tutti i ristoranti.
Nelle zone di maggior interesse turistico, come i grandi parchi, le zone di laghi e spiagge, ma anche nelle
città, sono disponibili programmi didattici pensati proprio per i piccoli viaggiatori con guide ed esperienze
completamente dedicate.
Infine, i playground. Non credo di averne mai visti così tanti come in Canada. Ce ne sono a migliaia, persino
nei centri abitati più piccoli. Sono colorati, con tanti giochi interattivi, immersi nel verde e sicuri.

I grandi parchi nazionali, la fauna locale e le spiagge del Canada per i bambini

Uno dei fattori più importante per cui dovreste pensare di organizzare un viaggio in Canada con bambini è
la presenza di grandi parchi nazionali e provinciali. Sono il fiore all’occhiello di un paese costituito in
prevalenza da immense aree incontaminate. I grandi parchi canadesi offriranno esperienze indimenticabili
anche e soprattutto per i piccoli viaggiatori.

I bambini potranno vivere esperienze davvero uniche, come escursioni guidate pensate appositamente per
loro, percorsi interpretativi assai suggestivi e persino piccole lezioni didattiche in mezzo alla natura. I centri per visitatori informano dettagliatamente sui sentieri escursionistici e le difficoltà a cui si potrebbe
andare incontro.

Un angolo della Nuova Scozia in Canada

Altro attrattore a favore del Canada è l’incredibile fauna locale. Orsi, balene, caribù, linci, buoi muschiati,
uccelli rapaci, marmotte, scoiattoli, alci possono essere visti girare liberamente nel loro habitat naturale. Il
tutto in sicurezza, adottando i comportamenti segnalati dai frequenti cartelli che si trovano lungo il
percorso, e nel rispetto degli animali
L’importate è seguire le norme generali: muoversi in gruppo, fare rumore, dotarsi di appositi campanelli e
non lasciare cibo incustodito.

Ad ogni modo, in ogni zona in cui si rileva la presenza di questo grande ed affascinante mammifero le
istruzioni sul comportamento da adottare saranno chiare (i cartelli sono assai frequenti). Nel dubbio,
chiedente sempre ad un ranger o al personale nei centri visitatori.

In Canada ci sono spiagge bellissime lungo la costa dell’oceano e dei laghi che d’estate vengono prese
d’assalto dai cittadini locali e dai turisti.
Le spiagge di Vancouver Island meridionale, i laghi della Okanagan Valley (British Columbia), le sponde
meridionali del Lake Huron in Ontario le spiagge assolate della Prince Edward Island sono alcuni dei posti
che vi segnaliamo. Bisogna tenere presente che l’acqua è abbastanza fresca.

Le condizioni meteo variano anche considerevolmente da una zona all’altra del paese, ma se consideriamo
le regioni più quotate dai viaggiatori italiani (quelle che, indipendentemente dalla longitudine, stanno nella
fascia più meridionale del paese), nei mesi estivi il clima può dirsi molto piacevole.

Contrariamente a quanto in molti possano pensare, nel Canada meridionale può fare anche parecchio
caldo. In luglio e agosto si registrano temperature anche di 30°. Resta comunque un caldo secco, per nulla
soffocante e bastano poche ore di pioggia per riportare il fresco. L’importante è portare un abbigliamento
variegato, che comprenda una bella felpa pesante e magari una giacca antivento.

Viaggio in Canada con i bambini: sanità di alto livello

Infine, ecco l’ultimo dei 5 consigli per organizzare un viaggio in Canada con bambini. Sono alcune informazioni per i genitori che tendono a scartare i viaggi lunghi per motivi sanitari.
Il sistema sanitario nazionale canadese è di eccezionale qualità ed è pubblico.
Comunque, per i viaggiatori stranieri è assolutamente indispensabile stipulare un’assicurazione sanitaria
prima della partenza, la quale deve prevedere ampie coperture per le spese mediche in loco e per
l’eventuale rimpatrio anticipato. Altrimenti, ai viaggiatori italiani qualsiasi cura medica verrà fatta pagare.
In Canada le medicine di uso comune, come l’aspirina, il paracetamolo e l’ibuprofene, sono reperibili in tutte le
farmacie e persino al supermercato.

Il Canada risulta quindi la destinazione ideale per le famiglie con bambini, anche piccoli, sia per l’incredibile esperienza di viaggio che può regalare, sia per l’attenzione speciale che in generale viene riservata per i
piccoli viaggiatori.

Altri post che potrebbero interessarti

1 commento

Daniela 26/03/2020 - 09:14

Che “impressione” vedere le foto di Zeno così piccolo! E quanto mi manca il Canada…spero di tornarci prima possibile!

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy