Home MagazineTurismo culturale Guida alla visita del Galata Museo del Mare di Genova
Galata Museo del Mare di Genova

Guida alla visita del Galata Museo del Mare di Genova

1 commento

Il Galata Museo del Mare di Genova è il più grande museo marittimo affacciato sul Mediterraneo, con un percorso di visita dentro e fuori dalle sale del museo stesso, con il sommergibile Nazario Sauro e il Galata Open Air Museum, un’esposizione lungo la darsena che racconta la storia dei cantieri navali, e delle attività commerciali e marittime.

Cosa vedere al Galata Museo del Mare piano per piano

L’edificio che ospita il museo è realizzato in vetro e acciaio da un progetto dell’architetto Guillermo Vázquez Consuegra ed è stato inaugurato nel 2004 durante l’anno in cui Genova è stata Capitale Europea della Cultura. Gli ampi spazi, le attrazioni interattive e il percorso parallelo per bambini con Geronimo Stilton rendono il Galata Museo del Mare unico e imperdibile.

⚓️ Piano terra

L’ingresso del Galata Museo del Mare lascia subito i visitatori a bocca aperta, con un faro alto dieci metri che illumina l’intero spazio e anticipa i grandi spazi del museo. Il percorso inizia con delle aree espositive che illustrano com’era il porto di Genova in antichità per poi entrare nel vivo dei personaggi storici più famosi come Cristoforo Colombo e Andrea Doria.

All’interno del museo è infatti custodito un ritratto del marinaio che scoprì l’America con accanto un video che illustra la sua vita e lo sviluppo della sua iconografia. Ai tempi di Andrea Doria invece la Repubblica di Genova era famosa per le sue galee e il Galata Museo del Mare offre ai visitatori una fedele riproduzione 1:1 lunga quaranta metri sulla quale è possibile salire per interagire con i marinai schiavi, forzati e buonavoglia riprodotti nei video interattivi.

Piantina piano terra del Galata Museo del Mare di Genova

⚓️ Primo piano

Il percorso del Galata Museo del Mare prosegue con la vista dall’alto della galea seicentesca per poi far scoprire ai visitatori lo sviluppo della cartografia, con mappamondi e mappe imprecisi e allo stesso tempo ricchi di dettagli. L’esposizione comprende anche atlanti realizzati da famosi cartografi del Cinque e Seicento, sfogliabili virtualmente.

La sala più emozionante del primo piano è sicuramente quella dedicata ai mostri marini con l’esposizione Mare Monstrum che esplora il rapporto tra il mare e le paure ancestrali, riportate in vita da religione, leggende, letteratura e, in tempi più moderni, anche dal cinema.

Piantina primo piano del Galata Museo del Mare di Genova

⚓️ Secondo piano

Dopo i mostri marini di fantasia, al Galata Museo del Mare di Genova i visitatori possono scoprire i pericoli reali del mare in tempesta. Proprio in questo museo è infatti conservata la zattera originale sulla quale l’esploratore Ambrogio Fogar e il giornalista Mauro Mancini vagarono nell’oceano per settantaquattro giorni prima di venire soccorsi. In un’altra sala è invece possibile vivere una tempesta in 4D su una scialuppa di salvataggio al largo di Capo Horn.

Sopravvissuti alla furia del mare, i visitatori possono salire e prendere il timone sulla ricostruzione di un brigantino, quindi attraversare un cantiere navale con annessa falegnameria per poi ritrovarsi in uno Yatch Club di fine ‘800 circondati da dipinti marinareschi.

Piantina secondo piano del Galata Museo del Mare di Genova

⚓️ Terzo piano

Al terzo piano del Galata Museo del Mare l’esposizione cambia completamente aspetto e i visitatori entrano nel MEM Memoria e Migrazioni, un museo dentro al museo, che offre la possibilità di calarsi nei panni di un vero emigrante e ripercorrere con lui, o con lei, il viaggio dai controlli doganali in Italia fino all’ufficio immigrazione di Ellis Island negli Stati Uniti. Il percorso si snoda lungo un transatlantico con camerate di terza classe e sala mensa dove ascoltare la voce degli emigranti, per poi approdare nelle destinazioni finali di una città argentina, una fattoria brasiliana e, appunto, a Ellis Island.

Il parallelo con le migrazioni contemporanee e le storie degli emigranti italiani stimola i visitatori a una doverosa riflessione, mentre le postazioni interattive del CISEI Centro Italiano Studi Emigrazione Italiana offrono la possibilità di ricostruire storie di famiglia a partire da nomi e date di nascita.

Piantina terzo piano del Galata Museo del Mare di Genova

⚓️ Quarto piano e terrazze

L’ultimo piano offre una mostra sull’affondamento del transatlantico Andrea Doria, considerato a suo tempo la nave più bella del mondo, in seguito all’impatto con il mercantile svedese Stockholm. Attraverso fotografie, articoli di giornali ed elenchi di passeggeri, la mostra racconta come la più imponente operazione di soccorso marittimo dell’epoca e il clamore suscitato nell’opinione pubblica.

Per finire la visita al Galata Museo del Mare le due terrazze consentono ai visitatori di ammirare il porto di Genova e la città prima di esplorare il sommergibile Nazario Sauro.

Piantina quarto piano e terrazze del Galata Museo del Mare di Genova

Il sommergibile Nazario Sauro

La visita al sommergibile Nazario Sauro fa parte del percorso del Galata Museo del Mare e si accede con un unico biglietto. Al termine della visita al museo, i visitatori vengono invitati a tornare in biglietteria per indossare il casco protettivo con il quale entrare nel sommergibile.

Entrare in un vero sommergibile è un’esperienza unica ed emozionante. Il Nazario Sauro fu infatti un vero sommergibile realmente funzionante, costruito negli anni settanta per la Marina Militare Italiana e dismesso nel 2002. I visitatori possono ammirare la strumentazione di bordo e stupirsi degli spazi angusti nei quali vivevano e lavoravano i sommergibilisti.

Geronimo Stilton al Galata Museo del Mare

I bambini al di sotto dei quattro anni non possono entrare nel sommergibile Nazario Sauro per motivi di sicurezza. In compenso il Galata Museo del Mare ha pensato a un percorso dedicato ai bambini alla scoperta della navigazione con Geronimo Stilton come guida. Una mappa consegnata in biglietteria con il Diario del capitano accompagna i piccoli visitatori attraverso curiosità e fatti in grado di stimolare la loro fantasia e a contestualizzare gli oggetti esposti.

Geronimo Stilton guida del percorso per bambini al Galata Museo del Mare di Genova

Il Galata Museo del Mare, con il sommergibile Nazario Sauro e il Galata Open Air Museum, è un’attrazione da non perdere per chi desidera approfondire la storia della navigazione.

Galata Museo del Mare
Calata Ansaldo De Mari, 1
16126 Genova

Altri post che potrebbero interessarti

1 commento

Elisa 29/03/2020 - 11:01

Genova è da tempo sulla mia lista dei viaggi da fare, chissà che riesca a visitarla quando quest’emergenza sarà finita! Lo spero tanto e il Museo del Mare è sicuramente tra le cose che visiterò.

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy