Home CommunityBlogger Marina di Maraina in Viaggio
Cascine di Tavola

Marina di Maraina in Viaggio

1 commento

Marina, in arte Maraina, è colei che ci porta a scoprire il mondo snocciolando diari di viaggio minuziosi e molto interessanti, in cui sembra di essere con lei, passo dopo passo scoprendo la destinazione che sta visitando. Un modo coinvolgente per raccontare e raccontarsi.

Lei si descrive così:

Eh sì, viaggiare è il mio peccato: che si tratti di un viaggio lungo o di una gita fuoriporta, o anche semplicemente di una visita ad un museo o ad una mostra, sono molti i peccati che commetto e le manie cui do sfogo: tutti veniali per carità, per cui non credo di meritarmi l’inferno dei viaggiatori.

Marina a Carmignano
Marina a Carmignano

Che tipo di viaggiatore sei? Zaino o valigia?

Devo dire che sono un tipo più da valigia. Ho fatto dei viaggi zaino in spalla quando ero decisamente più giovane e li ricordo con lo spirito dell’avventura: l’interrail nel 2003, in cui attraversai l’Europa per un mese con uno zaino più grosso di me in spalla; Atene durante le Olimpiadi del 2004 (eravamo stati in campeggio per 10 giorni: zaino fondamentale, all’epoca non lo possedevo neanche un trolley!) e Sicilia nel 2005: un tour dell’isola veramente low cost con zaino e tenda – ogni giorno un campeggio diverso.

Poi nel corso degli anni sono passata alla valigia, ma anche perché ho cambiato il modo di viaggiare: capitali europee e viaggi intercontinentali, viaggi studiati dall’inizio alla fine e sempre facendo base in hotel o appartamenti, spostandosi spesso in macchina o con l’auto presa a noleggio. Quindi ormai sono tipo da valigia.

Cosa non può mancare nel tuo bagaglio (una sola cosa)?

Le ciabatte. Sono sincera! Dopo che ho camminato per ore e ore e macinato km, la sera quando arrivo in hotel o in appartamento ho un solo desiderio: togliere le scarpe e far respirare i piedi. Siccome non sempre capito in strutture che distribuiscono ciabatte per la doccia nel servizio in camera, dopo un paio di volte che le ho dimenticate e che sono stata costretta ad attuare soluzioni comunque disagevoli per superare il problema, ora è la prima cosa che infilo in valigia.

Il viaggio che ancora non hai fatto ma che vuoi fare assolutamente? 

Sri Lanka. Lo ho sfiorato per un soffio. Avevo già la prenotazione e sarei partita dopo due mesi, ma poi i casi della mia vita mi hanno costretto a una decisione che oltre a cambiarmi l’esistenza mi ha costretto a rinunciare al viaggio. Sogno lo Sri Lanka principalmente per le sue piantagioni di tè: io sono un’appassionata bevitrice di tè e l’idea di poter vedere da vicino piantagioni tra le più famose del mondo mi ha sempre entusiasmato. Per lo stesso motivo, il tè, mi piacerebbe visitare il Giappone. Ma il primo in lista è assolutamente lo Sri Lanka. È un discorso che si è interrotto e che voglio riprendere.

Dove hai mangiato meglio e peggio nel mondo?

Non saprei dire dove ho mangiato peggio. In generale provo la cucina locale e mi adatto a tutto. Forse in Francia perché ahimè sono finita spesso in locali turistici non solo per location ma anche nel menù e soprattutto nel prezzo.

Non saprei dire invece dove ho mangiato meglio. Ricordo però sempre con entusiasmo la cucina araba internazionale che ho avuto modo di apprezzare in Giordania e a Dubai. 

Poi è stata una vera scoperta del tutto inaspettata la cucina peruviana: non sapevo cosa aspettarmi e ho trovato una realtà variegata, dalla carne al pesce: il cheviche a base di pesce crudo marinato nel limone e il cuy al horno (eh sì: è il porcellino d’India!) sono specialità che mi rimarranno per sempre impresse nel cuore!

Qual è il viaggio che, nel bene o nel male, ti ha insegnato di più? 

Ce n’è più d’uno. Il primo in assoluto è stato l’interrail del 2003 per una serie di motivi: prima volta da sola, prima volta in terre straniere a doversi arrangiare con lingue diverse e a sopravvivere con i pochi soldi a disposizione. In quell’occasione ho imparato tanto su me stessa: innanzitutto ho scoperto che mi piaceva tantissimo vedere, scoprire e raccontare quello che vedevo e facevo.

Marina Volterra
Marina a Volterra

Potete leggere i post scritti da Marina per le Travel Blogger Italiane dalla sua pagina autore oppure sul suo blog Maraiana in viaggio.

Altri post che potrebbero interessarti

1 commento

Simona 29/05/2020 - 09:11

Seguo sempre molto volentieri Marina. Una grande appassionata della sua terra ma anche una viaggiatrice dagli occhi e dal cuore aperto verso tutte le culture e le tradizioni del mondo. Sono davvero molto felice che faccia parte anche lei della bellissima community delle Travel Blogger Italiane! 🙂

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy