Home CommunityBlogger Maria di Il mondo dal finestrino
Maria Signori di Il mondo dal finestrino a Skiathos Lalaria Beach in Grecia

Maria di Il mondo dal finestrino

0 commento

Accompagnatrice turistica e copywriter per lavoro, viaggiatrice per passione, Maria vivo a Belluno, nel cuore delle Dolomiti ed è una sognatrice romantica e iperattiva. Con un curriculum così non poteva che diventare una travel blogger della nostra community e infatti scrive le sue avventure sul suo blog Il mondo dal finestrino. In questa intervista ci racconterà qualcosa di più del suo stile di viaggio.

Con chi viaggi di solito?

In passato ho viaggiato in piccoli gruppi di amici, massimo due-tre persone, poi c’è stata la fase viaggio in solitaria per trovare i miei tempi e spazi e ora viaggio da sola e in coppia. Non viaggio mai con gruppi grossi perché si perde un po’ l’essenza del viaggio e “ci si perde”. I viaggi in piccoli gruppi ti riempiono di ricordi e arricchiscono relazioni già rodate con nuovi aspetti e a volte inconvenienti.

I viaggi da sola sono quelli dove sfido me stessa e riesco a capire dove posso arrivare e che posso avere paura e scoprire che poi la paura era insensata perché ogni viaggio in solitaria ti fa conoscere tante persone nuove in realtà. Sei più aperta e ricettiva e ti lasci andare senza problemi perché non ti conoscono nella tua routine o normalità. Da tre anni viaggio anche in coppia e avere una persona che mi completa è molto stimolante (lui fotografa, io scrivo!)

Maria Signori di Il mondo dal finestrino in Africa
Maria, blogger di Il mondo dal finestrino, in Africa

Qual è il tuo stile di viaggio?

Amo i viaggi on the road, a contatto con la natura che sia la montagna, il mare o i laghi ma senza perderne in socialità. Se dovessi usare tre aggettivi per descrivere il mio stile di viaggio sarebbero: sportivo, colorato, gustoso.

Amo soggiornare da locali se possibile e immergermi nella cultura e nelle tradizioni del luogo assaporando colori, costumi, sapori e modo di vivere. Mi piacciono le esperienze di viaggio dove si prova sempre qualcosa di insolito del luogo che si visita.

Visito soprattutto borghi e città non troppo grandi. Sogno a volte di viaggiare in grandi metropoli ma poi finisco sempre in città a misura d’uomo.

Cosa non può mancare nel tuo bagaglio?

Un foulard colorato, occhiali da sole e un piccolo zaino dove tengo il mio quaderno di viaggio con la penna ma non solo, anche qualcosa di buono da mangiare per le emergenze!

Porto sempre con me per le questioni logistiche: una powerbank, alcuni numeri utili del luogo che visiterò e informazioni generali sulla cultura ed etichetta. Porto sempre fazzoletti o salviette, acqua e lo stretto necessario per alcuni giorni di sopravvivenza.

Nei primi viaggi portavo valigie enormi, ora viaggio più leggera e come proposito per i viaggi futuri sarò sempre più snella nel preparare lo zaino o bagaglio. Dopo l’esperienza in Estonia dove ho viaggiato dieci giorni in parte con mezzi pubblici, con una valigia e uno zaino, ho sfoltito sempre di più la lista dei beni necessari.

Uganda, foto di Maria Signori, Il mondo dal finestrino
Uganda, foto di Maria, Il mondo dal finestrino

Qual è la destinazione dei tuoi sogni?

Un viaggio on the road in Nuova Zelanda a contatto con la natura, le tradizioni del luogo e dove provare attività adrenaliniche. Vorrei passare un mese interagendo anche con locali per vivere nel modo più autentico l’esperienza.

Un altro posto che vorrei visitare è il Madagascar. Ho già visitato l’Africa, ma questo luogo lontano mi attira anche per la loro cultura. Faccio fatica però ad indicare un posto che desidero sopra a tutti perché ogni giorno mi balenano in mente nuove idee di viaggio.

Cosa hai imparato dai tuoi viaggi?

I miei viaggi mi hanno insegnato a vedere in prospettiva me stessa e la relazione con gli altri. Più conosci nuovi luoghi, persone, usanze più capisci che tutto è relativo e che non c’è una strada giusta o sbagliata. Non c’è un modo di essere corretto e uno sbagliato, ci sono tante sfumature tra il bianco e il nero negli altri e in noi stessi.

Ho imparato anche ad essere più esigente anche nei posti da vedere, ma non credo sia superbia solo voglia di vivere il luogo con qualità lasciando stare le convenzioni e andando dritto al cuore di quanto vedo.

➜ Puoi ritrovare i contenuti scritti da Maria per Travel Blogger Italiane nella sua sezione autrice, oppure scoprire le sue prossime destinazioni direttamente dal suo blog.

.

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy