Home CommunityBlogger Elisa di Eli loves travelling
Elisa Ruggieri di Eli loves travelling a Rodi

Elisa di Eli loves travelling

2 commenti

Elisa è parte della community Travel Blogger Italiane da parecchio tempo ed è anche una delle moderatrici del gruppo. Online però è sicuramente più conosciuta per la sua passione per la Grecia e i racconti di vita da expat sul blog Eli loves travelling. Per conoscerla meglio, in questa intervista svela il suo stile di viaggio, tra destinazioni dei sogni e organizzazione.

Con chi viaggi di solito?

Ho iniziato a viaggiare tardi se non contiamo le vacanze in famiglia da bambina. In età adulta, ho viaggiato spesso da sola. Spesso è difficile conciliare la disponibilità di più persone, ma non per questo volevo rinunciare a viaggiare e visitare i luoghi che mi interessavano. Viaggiare da sola permette di acuire i propri sensi, di crescere e di conoscersi.

Quando possibile viaggiavo con la mia mamma, insieme siamo state a Parigi, Londra, Torino, Sharm-el-Sheikh.

Poi ho incontrato il mio attuale compagno, Michele e da allora viaggiamo sempre insieme, abbiamo fatto il nostro primo viaggio insieme pochi mesi dopo esserci conosciuti, due settimane in Tailandia. È stata la nostra prova del nove, non ci siamo mai più lasciati. In più ci lega un amore incondizionato per le isole greche; quindi, anche sulla scelta delle mete siamo piuttosto in sintonia.

Tra l’altro io amo organizzare viaggi e Michele mi lascia carta bianca; quindi, posso davvero sbizzarrirmi nella scelta delle attività da fare e penso che sia fantastico avere un compagno di viaggio che mi permetta di esprimere una delle mie passioni più grandi.  

Dal 2019 si è unita a noi una piccola esploratrice di nome Sofia e oltre a lei ogni tanto ci accompagnano nei nostri viaggi anche nonna materna, nonni paterni e zio.

Elisa Ruggieri di Eli loves travelling in un campo di lavanda nel Brenta
Elisa di Eli loves travelling in un campo di lavanda nel Brenta

Qual è il tuo stile di viaggio?

Il mio stile di viaggio si è modificato nel tempo e in base ai compagni di viaggio. Quando viaggiavo da sola, mi accontentavo di ostelli e mezzi pubblici. Da quando viaggio in coppia e successivamente, in famiglia, necessariamente le cose sono cambiate.

La costante è che mi piace trovare un buon compromesso tra qualità e prezzo e spendere il giusto. Prima che arrivasse Sofia, il modo di viaggiare era più spartano: appartamento, macchina a noleggio e via, a scoprire la destinazione da mattina a sera, mangiando cibo locale dalla colazione alla cena. Con Sofia le cose sono cambiate un pochino perché, giustamente, lei ha le sue necessità e i suoi ritmi.

Da quando Sofia è con noi, cerchiamo di stare in hotel, non troppo lontani da supermercati, farmacie e attrazioni turistiche, per avere un minimo di comfort e almeno la colazione inclusa. Prendiamo ancora la macchina a noleggio ed esploriamo la destinazione, ma ora cerchiamo anche esperienze adatte ai bambini: parchi giochi, acquari, attività.

Cosa non può mancare nel tuo bagaglio?

Nel mio bagaglio non può assolutamente mancare un’agendina o un quaderno dove annotare cosa visitiamo e quanto spendiamo, mi piace tenere traccia di luoghi e spese varie. Oltre a questo, non manca mai la Tachipirina, soprattutto ora che c’è Sofia, e una crema per le punture di insetti, ahimè sono piuttosto soggetta.

Se la destinazione è una città, avrò sicuramente con me una guida Lonely Planet Pocket, mentre per altre destinazioni solitamente mi informo prima e stilo una lista delle cose che mi interessa visitare in loco.

Ho sempre con me una busta trasparente con una copia di tutti i documenti di viaggio (carte di imbarco, green pass) delle prenotazioni (hotel, auto a noleggio) onde evitare problemi.

Negli anni ho imparato a non portare con me cose superflue; quindi, solitamente ho con me indumenti con colori combinabili sufficienti a coprire l’intera durata del viaggio, scarpe comode e occhiali da sole.

Elisa Ruggieri di Eli loves travelling a Kos
Elisa di Eli loves travelling a Kos

Qual è la destinazione dei tuoi sogni?

Questa è una domanda difficile. Ne sogno tante di destinazioni a dire il vero, da Bali al Sudafrica, da New York alla Giordania. Ma se proprio ne devo scegliere una, mi piacerebbe tanto andare in Australia.

La sognavo già dopo l’università, quando stavo valutando di andare all’estero per fare un’esperienza lavorativa. Mi ero informata sul Working/Holiday Visa, ma poi la vita mi ha portata altrove. E l’Australia è rimasta un sogno.

Mi piacerebbe fare un bel on the road per scoprire questo enorme Paese con calma. Sogno il Monte Uluru, la Great Ocean Road, ma anche le grandi città come Sidney, Melbourne e Perth. Penso che sarebbe un’esperienza davvero diversa ed emozionante, non sono mai stata in un luogo così lontano e mi incuriosisce tantissimo!

Sarebbe una bella sfida anche per il mio inglese, lo parlo ad un livello alto avendo vissuto a Londra e lavorando come insegnante e traduttrice, ma lo slang australiano mi metterebbe davvero alla prova!

Cosa hai imparato dai tuoi viaggi?

Può sembrare un cliché, ma viaggiare mi ha insegnato ad apprezzare e ad accogliere la diversità. Si dice che il viaggio apra la mente, ed è proprio vero. Nei miei viaggi ho conosciuto davvero persone di tutto il mondo, e poterle conoscere, poter conoscere la loro cultura è stato davvero arricchente.

Viaggiare mi ha fatto capire anche quanto sono fortunata a poterlo fare, c’è gente che non ha questo privilegio ed è un vero peccato. Prendere un aereo, visitare un tempio o un luogo sacro di un’altra religione, mangiare cibi diversi da quelli a cui siamo abituati sono esperienze che mi emozionano.

I miei viaggi mi hanno anche ricordato, più che insegnato, l’importanza di conoscere altre lingue. Se non avessi imparato qualche lingua straniera non avrei potuto vivere le esperienze che ho vissuto, né conoscere le persone che ho conosciuto.

Viaggiare insegna ad essere autonomi, vigili, a seguire il proprio istinto e fidarsi di sé stessi. Viaggiare fa crescere. Ciò non significa che sia tutto rose e fiori, ma si impara anche dalle esperienze negative che inevitabilmente capitano nella vita come in viaggio.

Elisa Ruggieri di Eli loves travelling a Valencia
Elisa di Eli loves travelling a Valencia

I post di Elisa pubblicati sul magazine sono raccolti sulla pagina autrice Travel Blogger Italiane.

.

2 commenti

Claudia 13/05/2022 - 06:23

Ho conosciuto Elisa con l’intervista expat un paio di anni fa e da allora la seguo sempre. Anche io ho un debole per le Gracia e le sue isole ❤

Rispondi
Eliana 15/05/2022 - 18:25

Elisa è una delle migliori Travel Blogger Italiane in circolazione! Il suo blog è ricchissimo di spunti e di consigli per organizzare un viaggio e non ha incentrato tutto sulla famiglia come spesso accade con i family travel blog, apprezzatissimo!

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy