Home Marketing turistico Do Eat Better Experience: un nuovo modo di proporre tour gastronomici
Do Eat Better Experience

Do Eat Better Experience: un nuovo modo di proporre tour gastronomici

10 commenti

Cibo e percorsi enogastronomici sono tra le passioni delle blogger della nostra community Travel Blogger Italiane. Per questo motivo l’incontro con Do Eat Better Experience era quasi predestinato. Tra i nostri articoli più letti ci sono quelli che parlano di delizie locali, mentre questo tour operator è specializzato in itinerari in cui si mangia insieme a persone del posto. Abbiamo quindi intervistato Giorgia Torre, back office coordinator per farci rispondere alle nostre curiosità.

Giorgia Torre, back office coordinator, nel suo ufficio Do Eat Better
Giorgia Torre, back office coordinator, nel suo ufficio Do Eat Better

Com’è nata l’idea dei tour gastronomici?

Diciamo che l’idea è nata un po’ per caso, un po’ per fortuna. Tutto è nato dallo sviluppo di un’app che permetteva ai clienti di votare i migliori piatti della città nei diversi ristoranti. Una sorta di Tripadvisor, ma qui invece che votare il ristorante si recensiva la singola portata.

Il successo a livello cittadino dell’app ci ha permesso di avere una lista dei ristoranti in cui mangiare i migliori piatti della tradizione genovese. Allora perché non utilizzare questa conoscenza creando un tour gastronomico? I nostri tour a Genova sono nati così.

Da lì sono arrivati i primi clienti che si sono rivelati entusiasti e che ci hanno spinto a proporre lo stesso format in più città. In pochi anni abbiamo ampliato e consolidato la nostra presenza in tutta Italia, oggi all’attivo con 18 città e in costante aumento!

Nel 2019 poi è stato il momento della Francia e della Spagna. L’apertura della società francese in particolare ci ha permesso di ampliare oltreconfine la nostra attività con l’idea di creare una realtà solida e capillare anche oltralpe. Prossima sfida? Essere sempre più presenti anche sul territorio francese e su quello spagnolo!

Chi sono i partecipanti ai vostri tour?

I partecipanti dei nostri tour sono appassionati di cucina, amanti del buon cibo e curiosi viaggiatori. Sono persone che vogliono vivere un’esperienza autentica, tre ore da vero local, scoprire la città attraverso i suoi gusti. I nostri clienti arrivano da ogni angolo del mondo, americani, australiani, canadesi, tedeschi, ma anche italiani!

Chi guida i tour gastronomici?

I tour gastronomici Do Eat Better Experience sono guidati da local food expert, persone che vivono la città quotidianamente, ne conoscono ogni angolo e ne apprezzano ogni sfaccettatura. I nostri local expert sono gli amici del posto, coloro che ti accompagnano alla scoperta dei luoghi migliori dove mangiare i piatti tipici. I nostri local food expert sono lì per raccontarti tutto riguardo la tradizione gastronomica locale e la vita quotidiana.

Quali aspetti dei tour sono maggiormente apprezzati?

In primis, la qualità del cibo. I nostri locali partner sono accuratamente selezioni in base alla qualità dei loro prodotti. Tutti i nostri tour vengono pensati e creati da persone del posto quindi i locali scelti sono quanto di più lontano può esistere dal classico locale “acchiappa-turisti”.  Ma non solo, anche la quantità è uno degli aspetti maggiormente apprezzati.

Scordatevi le degustazioni finger food e i piattini dalle dimensioni ridotte: durante i nostri tour si mangia… e tanto! Immaginate un pranzo di Natale, ecco, invece che però restare seduti allo stesso tavolo per tre ore con un tour Do Eat Better ci si muove da un ristorante all’altro a ogni portata.

Altro aspetto particolarmente apprezzato è sicuramente l’approccio del tour: informale, divertente e informativo. Qui però non scoprirete mai informazioni storico artistiche, il nostro focus è il cibo, la tradizione gastronomica e gli aneddoti più divertenti.

Un piatto di street food che puoi assaggiare in una tappa del tour di Pisa
Un piatto di street food che puoi assaggiare in una tappa del tour di Pisa

Oltre ai food tour organizzate anche altre esperienze culinarie?

Il nostro core business sono i tour gastronomici, ma in qualche città abbiamo anche iniziato a proporre cooking class che hanno subito avuto un ottimo riscontro da parte dei clienti. Per le nostre cooking class ci appoggiamo a scuole di cucina specializzate e a ristoranti partner per garantire al cliente la migliore esperienza possibile.

Com’è composta la vostra azienda?

La nostra azienda è giovane, dinamica e multiculturale. La parte operativa è gestita principalmente dalla sede di Genova in cui collaborano circa cinque/sei persone, abbiamo poi diverse persone anche in Francia e Spagna che si occupano dello sviluppo dei relativi Paesi. Ma soprattutto, grossa parte del nostro organico è composto dai nostri local expert (più di 90 solo in Italia!) con i quali collaboriamo quotidianamente.

Com’è cambiata l’esperienza dei tour gastronomici durante la pandemia?

Sicuramente il settore turistico è stato fortemente penalizzato dalla pandemia. Abbiamo però sfruttato questo periodo per creare e rafforzare la rete di partnership e rivenditori, aumentare il nostro network per ripartire più forti di prima quando si potrà.

Nonostante il periodo difficile, siamo riusciti a lavorare durante l’estate e l’autunno 2020 adattando i nostri tour gastronomici alle necessità del momento. Più street food, più locali all’aperto e gruppi ancora più piccoli.

Un’altra conseguenza è stato chiaramente anche un cambiamento della nostra clientela: se prima grossa parte dei nostri clienti provenivano dagli Stati Uniti, oggi abbiamo aumentato il numero di clienti europei e in particolare italiani.

Do Eat Better Experience

👉 Se vuoi promuovere anche tu Do Eat Better Experience sul tuo blog registrati al programma di affiliazione, indicando TBI come codice ID (o Travel Blogger Italiane, basta che si capisca che siamo noi!) in modo da poter accedere anche alle risorse che mettiamo a disposizione per la nostra community.

.

10 commenti

Claudia 07/05/2021 - 06:48

Hanno avuto un’ottima idea, quando viaggio cerco spesso ristoranti consigliati dai locali e spesso mi ritrovo poi a non sapere che singolo piatto scegliere. Senza contare che mi piacerebbe molto partecipare a lezioni di cucina locale!

Rispondi
Annalisa Trevaligie-Travelblog 07/05/2021 - 14:08

Abbraccio questo progetto con molto entusiasmo, anche e soprattutto perchè quando programmo un itinerario di viaggio, inserisco innanzitutto esperienze enogastronomiche da fare. Non Si conosce un luogo se non Si mangia e beve insieme ai local!

Rispondi
Annalisa Trevaligie-Travelblog 14/05/2021 - 13:06

Un idea geniale, da supportare assolutamente. Creando un rete ben definita di collaborazioni possiamo aiutare il turismo a ripartire in ogni suo settore.

Rispondi
Paola Bertoni 14/05/2021 - 21:40

Esatto! Non vedo l’ora di poter promuovere questi tour come blogger partecipando a uno dal vivo, sembrano semplicemente spettacolari!

Rispondi
valeria polverino 04/06/2021 - 19:02

Spero di riuscire a partecipare al tour in Campania! Requisiti particolari per diventare local food expert?

Rispondi
Paola Bertoni 04/06/2021 - 20:02

Ciao Valeria, contatta direttamente Do Eat Better dicendo che fai parte della community Travel Blogger Italiane!

Rispondi
Anna 26/06/2021 - 09:15

Ho sempre adorato l’idea dei tour gastronomici! Purtroppo ne ho fatti pochi perché raramente mi è capitato di trovare un’azienda che li proponesse nel posto in cui andavo, soprattutto all’estero. In Giappone sono riuscita a fare una cooking experience a casa di due cuochi giapponesi ed è stata un’esperienza memorabile!

Rispondi
Paola Bertoni 30/06/2021 - 15:12

Wow, la cooking experience in Giappone sembra davvero top!

Rispondi
Silvia The Food Traveler 23/07/2021 - 14:51

Non avevo mai sentito parlare di Do Eat Better e come spesso accade in questi casi, è una di quelle idee che ti fanno pensare: “Ma com’è possibile che nessuno la abbia realizzata prima?” Vorrei provare uno dei loro tour al più presto, e non mi dispiacerebbe partire da Torino, che almeno è facile da raggiungere, o da Genova, che conosco molto poco soprattutto dal punto di vista della gastronomia.

Rispondi
Paola Bertoni 24/07/2021 - 07:29

Dobbiamo organizzare, potrebbe essere l’occasione giusta per conoscerci finalmente!

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy