Home CommunityBlogger Salvina di Una valigia per tutta la vita
Salvina Fiducia di Una valigia per tutta la vita a Lucca

Salvina di Una valigia per tutta la vita

2 commenti

Ho avuto la fortuna di conoscere Salvina dal vivo ed è una persona simpaticissima con la quale c’è stata subito simpatia. Questa è la magia del travel blogging: quando persone unite dalla stessa passione si incontrano, iniziano a parlare di viaggi e continuano per ore! Se poi la blogger è Salvina non smetteresti mai di ascoltarla perché ha un vero talento nel trovare destinazioni culturali low cost adatte a tutta la famiglia. Trovi le sue scoperte da non perdere sul suo blog di viaggi Una valigia per tutta la vita, mentre in questa intervista puoi scoprire il suo stile di viaggio.

Con chi viaggi di solito?

Ho sempre viaggiato in compagnia, da piccola in camper con i miei genitori e mio fratello, da ragazzina con le amiche con budget super ristretto, ma che ci ha regalato avventure indimenticabili e adesso che ho una famiglia tutta mia viaggio principalmente col mio compagno e il mio bambino. Ciò significa che nel tempo è cambiato il mio modo di viaggiare, i miei interessi, quindi proprio il concetto di viaggio.

Soprattutto da quando sono diventata mamma il mio stile è stato pressoché stravolto, perché un figlio si sa ti stravolge tutto, ma quello che spesso non vien detto è che un figlio soprattutto aggiunge pepe alla vita, rendendola sì più faticosa, ma soprattutto divertentissima! Infatti è lui che adesso rende unici i nostri viaggi, con la sua infinita curiosità, con le sue osservazioni buffe ma soprattutto con lo stupore con cui scopre il mondo mentre ci tiene per mano! E cosa c’è di più bello che emozionarsi insieme viaggiando?

A molti potrà sembrare assurdo, ma credo fermamente che adesso ho trovato la formula perfetta assieme alla mia famiglia: perché oltre a mio figlio, è merito anche del mio compagno. È lui che con la sua infinita pazienza asseconda le mie esigenze e con cui pianifico ogni meta, unendo la mia passione per i viaggi alla sua per la fotografia! Di meglio non potevo desiderare!

Salvina Fiducia di Una valigia per tutta la vita a Pisa
Salvina di Una valigia per tutta la vita a Pisa con suo figlio nel passeggino

Qual è il tuo stile di viaggio?

I miei viaggi sono principalmente viaggi culturali low cost, ovvero scelgo mete dov’è possibile ammirare storia, arte, architettura, natura e buon cibo locale senza però spendere uno sproposito in alloggi, biglietti e mezzi di trasporto.

Ciò significa cercare voli in offerta, alloggi con servizi base (per noi sono sufficienti avere il bagno in camera, colazione e Wi-Fi) e bilanciare i costi delle visite guidate, puntando anche ai free walking tour. Questo perché io viaggio principalmente per godermi la città che scelgo, per cui spendo gran parte del mio budget. Infatti passo la maggior parte del tempo fuori dall’hotel, osservando sia ambienti che persone. Ecco perché tra le varie visite mi ritaglio spesso dei momenti di totale relax, magari sorseggiando qualche bevanda o assaggiando cibo tradizionale, catturando l’energia positiva dei luoghi da me visitati.

Da figlia di camperisti non vi nascondo che mi piacerebbe tantissimo tornare anche alle origini dei miei viaggi, perché il camper per me è sinonimo di avventura e libertà assoluta, ma soprattutto permette di abbattere parecchio i costi di un viaggio, anche se necessita un investimento iniziale importante. Pensate che ho iniziato a viaggiare da neonata, questo grazie ai miei genitori che da sempre hanno dato la giusta importanza ai viaggi culturali, trasmettendomi la più bella ed interessante delle passioni!

Cosa non può mancare nel tuo bagaglio?

In primis tutto il necessario per scattare foto, quindi carica batterie, apparecchi e schede di memoria. In questo mi agevola molto avere un compagno fotografo, che pensa all’attrezzatura per scattare le foto più tecniche, assicurandomi ricordi unici e perfetti. Io nel frattempo mi perdo a fare mille foto e filmati con il mio inseparabile cellulare, guadagnandomi il soprannome di “giapponesina”!

Per me è estremamente importante anche avere un abbigliamento adatto ad ogni momento della giornata, senza però dover portare dietro l’intero armadio. Ciò mi ha richiesto un enorme sforzo, perché come tutte le donne porterei con me di tutto con la giustificazione “può sempre servire”, ma ovviamente le esigenze logistiche di un viaggio con bambino a seguito mi hanno fatto cambiare totalmente idea. Ciò significa rivoluzionare l’organizzazione degli spazi nelle valigie, pensando a capi e calzature versatili, cioè che mi permettono di creare diversi abbinamenti, risultando sia comoda che elegante o sportiva, in base all’esigenza del momento.

Ovviamente nel bagaglio di una donna non può mancare il beauty case, in cui mettere pochi prodotti ma indispensabili. Infatti per me non possono assolutamente mancare un profumo, un deodorante, più confezioni di lenti a contatto, i miei occhiali, il liquido per le lenti, il mio shampoo e balsamo bio, la mia crema viso e mani, una pinzetta, un paio di forbicine con ago e filo per gli imprevisti, una lima per unghie e due o tre prodotti di make up per essere sempre in ordine.

Qual è la destinazione dei tuoi sogni?

Posso rispondere tutto il mondo? Non voglio esser banale, ma davvero non ho una vera e propria destinazione dei sogni, perché da vera wanderlust addicted vorrei visitare ogni angolo del nostro pianeta!

Però se proprio dovessi indicare una meta, ammetto che da qualche anno mi frulla in testa il Giappone. Adoro la sua storia millenaria, il cibo tradizionale ma soprattutto le sue architetture, sia antiche che contemporanee, che vorrei tanto osservare da vicino. Per non parlare della magia del famoso hanami, il periodo di fioritura dei ciliegi che dona al paese un aspetto davvero fiabesco!

Da buona forchetta quale sono, non posso non pensare anche al loro cibo, genuino, equilibrato e per il mio palato davvero prelibato. Mi piacerebbe inoltre conoscere meglio la tradizionale figura della geisha, indossare un kimono, camminare sui loro sandali in legno (sperando di non cadere al primo passo!) e visitare i più importanti musei per comprende fino in fondo questa civiltà tanto antica quanto profonda.

Mi incuriosisce anche l’aspetto più moderno e tecnologico che contraddistingue alcuni quartieri delle città più importanti, in cui poter osservare tutto ciò che di innovativo offre il paese, dove però di sicuro non proverei a prenotare una notte negli hotel a capsula… decisamente non fanno per me e la mia famiglia!

Salvina Fiducia di Una valigia per tutta la vita a Siracusa
Salvina di Una valigia per tutta la vita a Siracusa

Cosa hai imparato dai tuoi viaggi?

Fin da ragazzina ho creduto nel potere educativo dei viaggi, nelle emozioni che si provano e nell’importanza delle esperienze che inevitabilmente si fanno. Questo mi ha permesso di formare il mio carattere, estremamente socievole e rispettoso delle diversità che caratterizzano sia popoli che paesi stranieri. E proprio quest’ultimo aspetto lo trovo davvero importante, poiché credo che mi abbia donato la tolleranza per il diverso che reputo esattamente uguale a me, permettendomi di apprezzare tutto ciò che a me è sconosciuto. Ciò mi genera un’insaziabile voglia di sapere, un’attenzione per quei dettagli per molti insignificanti, emozionandomi e legandomi in modo viscerale ai luoghi che visito.

Credo che poter viaggiare sia davvero una grande fortuna ad ogni età, a maggior ragione se si viaggia fin dall’infanzia, crescendo con un’apertura mentale non indifferente. Per questo mi ritengo davvero fortunata, perché è proprio grazie ai miei genitori se ho questa bellissima passione, se ho viaggiato fin da piccolissima e se sono diventata la donna che sono.

Il mio obiettivo adesso è questo: trasmettere gli stessi principi a mio figlio, spingendolo a non perdere mai la curiosità per tutto ciò che lo circonda, perché ogni angolo del nostro pianeta ha qualcosa di interessante da mostrare, osservare, ammirare e ovviamente da fotografare!

➜ Leggi tutti gli articoli che Salvina ha scritto per Travel Blogger Italiane dalla sua pagina autrice e non dimenticarti di visitare il suo blog per scoprire nuove destinazioni culturali low cost.

.

2 commenti

Salvina 28/06/2021 - 00:09

Sono davvero felice di aver fatto questa intervista, mi sono divertita e soprattutto ha confermato la mia gioia nel far parte di questa fantastica community! Grazie mille dell’opportunità!

Rispondi
Paola Bertoni 30/06/2021 - 15:13

Io felice di averti nel miglior gruppo di blogger che ci sia ♥︎

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Travel Blogger Italiane a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy